Visioni private

Visioni private tratta di uno scambio particolare. Lorenzo è ossessionato dalla pornografia, ma è deluso dalla scarsa qualità e dalla evidente artificiosità dei film porno; decide così di organizzare uno spettacolo privato: acquista un appartamento, lo attrezza con un sofisticato sistema di video-sorveglianza e lo mette a disposizione a titolo gratuito. L'unica condizione è che l'inquilina accetti di farsi riprendere 24 ore su 24.

Tra centinaia di candidate sceglie Roberta, una ragazza di 25 anni che vive con i genitori. Desidera andarsene di casa, ma non ha i soldi per l'affitto.



Il tema principale di Visioni private è il rapporto tra uomini e donne, e la difficoltà di entrare in relazione su di un piano di parità.

Nella vita di Lorenzo i rapporti con le donne sono da sempre mediati dal denaro: una moglie-trofeo, il ricorso alla prostituzione, la pornografia come ritiro dalla relazione, il sesso in cambio di favori sul lavoro.

Dare in affitto un appartamento per spiare la vita quotidiana di un'altra persona è l'ultima frontiera della ricerca di qualcosa di inafferrabile, che Lorenzo insegue da anni, ma che ancora non sa definire.

Lo intuisce osservando Roberta: non è tanto l'intimità fisica ad attrarre la sua attenzione, quanto la vita interiore di Roberta, la parte più privata di sé che lei cela gelosamente e fa di tutto per non mostrare a nessuno.



“Tutto riguarda il sesso. Tranne il sesso. Il sesso riguarda il potere” dichiarava Francis Underwood in un episodio di House of Cards.

La domanda è: chi detiene il potere?

La risposta più immediata è che in questo caso sia Lorenzo. È lui ad avere il controllo della situazione; lui sa chi è Roberta, mentre lei non conosce l'identità del suo padrone di casa.

Le cose però cambiano nel corso dei mesi in cui Roberta vive all'interno dell'appartamento, finché Lorenzo dovrà riconoscere di aver dato troppe cose per scontate.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Sabrina Folcia

Quando eravamo ragazze (Storie dallo scorso millennio Vol. 2)

Quando eravamo ragazze (Storie dallo scorso millennio Vol. 2) di

"Quando eravamo ragazze" e il sequel di "Canzoni per le notti di novembre". Nel 1990 Giulia si diploma e decide di lasciare la cittadina dove si era trasferita nel 1985, in seguito alla morte della madre. A Milano si iscrive all'università e trova un lavoro, che però le lascia poco tempo per studiare. Una collega le suggerisce allora di proporsi come cameriera al Vertigo, un locale notturno...