Yes we call vita di un operatore call center (Sum Vol. 13)

Gabriele si racconta e riflette con le cuffiette del call center. Negli occhi e nella voce, nel suo sguardo c'è malinconia, la sconfitta, ma anche la speranza di chi vuol credere in un mondo migliore, più onesto. Stritolato nella macchina aziendale, dunque, Gabriele non demorde, nè rinuncia al suo legittimo sogno di poter un giorno avere una propria famiglia, una casa, le minime gioie: una vita affrancata da una subalternità irrispettosa dei legittimi diritti del lavoratore. Libro-verità dunque, e di denuncia. Gabriele, Infine Chiede di essere ascoltato, non da un call center questa volta, ma da chi dovrebbe governare, costituzionalmente, la società, senza raggiri e senza la costrizione di dover accettare un "contratto" di resa alla vita

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo