Guerrino Proia: storia e poesie

Remo Proia, pronopote di Guerrino Proia, è nato a Luco dei Marsi nel 1953.

In questo volume ha voluto raccogliere una breve biografia del Professor Proia, tutte le poesie fornite dalle sorelle Olimpia e Concetta Proia, le testimonianze e i ricordi dei suoi amici, parenti e collaboratori più cari, e un’interessante galleria fotografica.

Guerrino Proia, nacque a Luco dei Marsi (Provincia de L'Aquila) il 14 dicembre 1915, anno in cui si scatenò la catastrofe tellurica che, radendo al suolo i paesi della Marsica, uccise circa trentamila persone. Da ragazzo sentendosi portato a vita sacerdotale entrò nel seminario di Avezzano dove svolse gli studi ginnasiali e quelli del Liceo classico nel seminario di Chieti. Su consiglio del confessore, che lo vide titubante, non prese gli ordini religiosi e decise per altro destino, ma rimase in lui una forte religiosità improntata all’educazione Cristiana. Si laureò in Lettere presso l'Università di Roma nel 1941 e nell'immediato dopoguerra iniziò la carriera dell'insegnamento.

Nella Lotta di liberazione fece parte della "Banda Patrioti Marsicani" assieme al fratello Francesco caduto, ironia della sorte, proprio nei giorni seguenti alla fine delle ostilità. Per questa attività partigiana ebbe la Croce al merito di guerra. Ricoprì la carica di consigliere comunale e nelle elezioni amministrative, subito dopo la liberazione, seppe guadagnarsi la fiducia del popolo che lo elesse Sindaco di Luco. Scese varie volte sulla "piazza" accanto ai contadini per reclamare l'espropriazione delle terre del Fucino perché venissero distribuite - come poi avvenne - ai coltivatori diretti. Non c’era manifestazione nella Marsica tendente al progresso sociale che non trovasse in lui un ardente sostenitore. Oltre ad essere un grande intellettuale fu anche un ottimo sportivo e viaggiatore.

Il primo incarico da insegnante fu presso la scuola media di Avezzano in Via Corradini. Tra il 1951 ed il 1958 si trasferì al nord insegnando al liceo di Gallarate (VA). Successivamente, dopo un periodo trascorso al Liceo di Avezzano, dal 1964 insegnò al Liceo Classico “Francesco Vivona” zona EUR – Roma fino al giorno della sua morte avvenuta sempre a Roma il 23-11-1966.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo