Aleister Crowley

Ciarlatano o mago, pazzo squilibrato o attento conoscitore dell'occulto? Ciò che è certo è che Crowley si sentiva, per sua stessa ammissione, l'AntiCristo. Fu il primo a rivalutare l'importanza del 666, il numero della Gran Bestia, come chiave di volta nella lettura della Bibbia. Le sue rivelazioni, i suoi viaggi lo resero celebre fino alla fine degli anni '40. Dopo la sua scomparsa, molti continuarono a inveire contro le sue teorie, alcuni lo schernirono, altri cercarono solo di dimenticarlo. Ma la maggior parte lo trasformò in un mito. Aleister Crowley fu soprattutto un artigiano: s'inventò il satanismo e creò un nuovo mondo.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo