Con la volontà si vince

Forse non tutti sanno che il nome di Gabel, azienda leader mondiale nella produzione di bastoncini da Sci, Trekking e Nordic Walking, Stride e Trail Running, è un acronimo nel quale si nasconde il nome dell’uomo, GAldino BELtramello, che assieme alla moglie Luciana è stato artefice di questa importante realtà industriale del Bassanese. Quello di Galdino Beltramello è il racconto di una vita intessuta da spensierate scene agresti, ma pure da ricordi sofferti: la perdita della sorella e del padre in giovane età, la migrazione in Francia e nella Germania di Hitler, la guerra e la lotta partigiana. “Era il senso di umiliazione e il desiderio di rivalsa a scaldare i nostri cuori, ben più degli indumenti di lana”, ricorda Galdino a proposito degli anni trascorsi in Francia e del risentimento che nutriva verso i compagni di scuola, “crudeli come solo i bambini, inconsapevolmente, sanno essere. Non certo perché fossero cattivi, ma perché riversavano su di noi, immigrati e quindi diversi, i discorsi che probabilmente sentivano in casa, dagli adulti”. “Con la volontà si vince” offre a molti l’opportunità di ritrovare, o non dimenticare, le proprie origini e di rivivere la storia dell’Italia a cavallo della seconda guerra mondiale e del miracolo economico, sino alla crisi degli anni ’70 e ai conseguenti conflitti sociali. Si rivolge anche alle generazioni di giovani in crisi, perché possano cogliere il disagio che provava Galdino nei confronti di chi aveva studiato, trasformato nel motore del suo successo.Sullo sfondo le vicende delle Smalterie di Bassano e la nascita – a metà degli anni ’50 – di Gabel, con i primi bastoncini da fondo realizzati quasi per gioco la sera, con l’aiuto della sorella e del cognato, per rifornire la neonata squadra di fondo degli Alpini di Bassano e i primi centri di noleggio di Asiago.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo