L'importanza di chiamarsi Ernest

L’importanza di chiamarsi Ernest, messa in scena per la prima volta a Londra il 14 febbraio 1895, è una delle commedie più rappresentate al mondo.
Jack, il protagonista, per sfuggire alla noia della vita campagnola, si rifugia nella mondanità londinese con il falso nome di Ernest. Andato in visita a casa di Algernoon, un suo compagno di scorribande, gli rivela di essersi innamorato di sua cugina Gwendolyn, che pare corrispondere i suoi sentimenti. A seguito dell’opposizione della madre di lei, Jack torna in campagna, dove viveva insieme alla sua protetta, la diciottenne Cecil, per scoprire che Algernoon, anticipatolo, è riuscito a sedurre Cecil presentandosi sotto le mentite spoglie del fratello immaginario di Jack, Ernest. Quando viene raggiunto da Gwendolyn, fuggita di casa per coronare il suo sogno d’amore, la verità sulla reale identità dei due viene a galla e le due ragazze, divenute amiche, decidono di vendicarsi.
La commedia seguita fino al colpo di scena finale, grazie al quali tutti, compresa Augusta, potranno dirsi soddisfatti.

Oscar Wilde (1854 – 1900) fu uno scrittore, poeta e drammaturgo irlandese. Tra le sue opere, i racconti Il fantasma di Canterbury (1887) e Il delitto di Lord Arthur Savile (1891), il romanzo Il ritratto di Dorian Gray (1891) e le opere teatrali Salomè (1893), Un marito ideale (1895), Una tragedia fiorentina (postumo, 1908).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Oscar Wilde

Il fantasma di Canterville: e altri racconti

Il fantasma di Canterville: e altri racconti di Oscar Wilde Giunti

Nell'acquistare il vecchio castello dei Canterville, in Inghilterra, la famiglia Otis non avrebbe immaginato di appropriarsi anche del più mostroso ed esilarante fantasma che si ricordi... Titolo originale: ''Lord Arthur Savile's Crime and Other Stories''.

Il ritratto di Dorian Gray

Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde Oscar Wilde

L'artista è il creatore di cose belle. Rivelare l'arte e nascondere l'artista è lo scopo dell'arte. Il critico è colui che può tradurre in una maniera diversa o in un materiale nuovo l'impressione che le cose belle suscitano in lui. La più alta e la più bassa forma di critica sono tutte e due una maniera di autobiografia. Quelli che trovano nelle cose belle significati brutti sono corrotti ...

Aforismi

Aforismi di Oscar Wilde MONDADORI

La giovinezza, l'arte, la bellezza, il lavoro, la politica, l'Inghilterra, le donne, l'amore, la morale, la vecchiaia... Una imperdibile raccolta di paradossi e battute folgoranti, tratti dall'opera dello scrittore (1854-1900).

Il Principe Felice: e altre storie

Il Principe Felice: e altre storie di Oscar Wilde MONDADORI

Un principe pronto a sacrificarsi per i suoi sudditi anche dopo la morte, un usignolo che dona la vita per l'amico innamorato... questi e tanti altri sono i protagonisti dei racconti intensi e commoventi che Oscar Wilde (1854-1900) inventava per far divertire e riflettere i suoi figli. Fiabe senza tempo, tenere e indimenticabili, presentate qui con il corredo di illustrazioni tratte da celebri ...

Il delitto di Lord Arthur Savile: 302 (Classici)

Il delitto di Lord Arthur Savile: 302 (Classici) di Oscar Wilde REA Multimedia

Il delitto di Lord Arthur Savile è un racconto umoristico scritto da Oscar Wilde nel 1887. La storia narra le vicende di Savile a cui, in seguito ad un ricevimento offerto da Lady Windermere dove a tutti gli ospiti viene letto il futuro, un chiromante predice una minaccia imminente: lui stesso sarà l'artefice di un omicidio. Dopo aver provato a uccidere Aunt Clementina e suo zio, il parroco di ...

Un marito ideale (Biblioteca di Alphaville)

Un marito ideale (Biblioteca di Alphaville) di Oscar Wilde Alphaville Edizioni Digitali

L’ultima e la più celebre delle “commedie salottiere” di Oscar Wilde. Una “femme fatale”, Mrs Cheveley (una “donna con un passato”), ricatta il brillante Sir Robert Chiltern (il “marito ideale”) minacciandolo di distruggerne la carriera politica e il matrimonio rivelando alla stampa un episodio di corruzione. Riuscirà il dandy Lord Goring (“il primo filosofo ben vestito della storia del ...