Eva al tempo del blog

Una Donna. Con quella D maiuscola che lei stessa finge di voler far passare sotto silenzio, ma che svetta in ogni pagina con la discrezione di un obelisco nel deserto.
Fintamente scanzonata, Irene Malfatti riesce per un istante a ingannare il lettore convincendolo di aver appena sfogliato pagine che, secondo sua stessa ammissione, sono state scritte “per cazzeggio, sfogo, evasione”. Ma immancabilmente, quando meno ce lo aspettiamo, la consapevolezza di aver appena letto brandelli di vita grondanti di passione ci colpisce con la delicatezza di un treno merci a tutta velocità. E Irene sorride attraverso le parole con le quali ricama una prosa spigliata e graffiante, già conoscendo la risposta alla domanda che si pone fin dall’inizio su come la giudicheranno le figlie quando leggeranno questo libro. Una Donna.
Con quella D maiuscola impossibile da far passare sotto silenzio.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli