Chiamami col tuo nome

Vent'anni fa, un'estate in Riviera, una di quelle estati che segnano la vita per sempre. Elio ha diciassette anni, e per lui sono appena iniziate le vacanze nella splendida villa di famiglia nel Ponente ligure. Figlio di un professore universitario, musicista sensibile, decisamente colto per la sua età, il ragazzo aspetta come ogni anno "l'ospite dell'estate, l'ennesima scocciatura": uno studente in arrivo da New York per lavorare alla sua tesi di post dottorato. Ma Oliver, il giovane americano, conquista tutti con la sua bellezza e i modi disinvolti. Anche Elio ne è irretito. I due condividono, oltre alle origini ebraiche, molte passioni: discutono di film, libri, fanno passeggiate e corse in bici. E tra loro nasce un desiderio inesorabile quanto inatteso, vissuto fino in fondo, dalla sofferenza all'estasi. "Chiamami col tuo nome" è la storia di un paradiso scoperto e già perduto, una meditazione proustiana sul tempo e sul desiderio, una domanda che resta aperta finché Elio e Oliver si ritroveranno un giorno a confessare a se stessi che "questa cosa che quasi non fu mai ancora ci tenta".

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Chiamami col tuo nomeMangialibri

Era il lontano 2007 quando André Aciman – statunitense nato ad Alessandria d’Egitto e vissuto a lungo in Italia – pubblicò questo romanzo che l’anno scorso ha ricominciato a far parlare di sé grazie al film omonimo che Luca Guadagnino ha realizzato in America (con la sceneggiatura di James Ivory, mica chiacchiere), ottenendo la candidatura ai Golden Globe 2017 e poi agli Oscar 2018, definito già dal “Guardian” il miglior film dell’anno. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di André Aciman

Variazioni su un tema originale

Variazioni su un tema originale di

Cinque variazioni sul tema dell’amore, cinque momenti che ricostruiscono strato dopo strato la fluida, fluttuante natura erotica di Paul attraverso la precisione lirica e a tratti cruda della sua stessa voce.È un Paul che ricorda, quello che troviamo nel capitolo di apertura: un giovane adulto che torna sull’isola italiana delle sue vacanze scolastiche non solo per occuparsi della casa di famig...