Andare per i luoghi del '68 (Ritrovare L'Italia)

Prendetela, questa guida, come le briciole di Pollicino. Piccole tracce per un pellegrinaggio per niente compunto. Ma lo spirito del ’68 è lì a ricordarvi che i sentieri tracciati non sono l’unica via per conoscere e attraversare il bosco.

Il ‘68 è stato moltissime cose immateriali: la musica, i poster, Bandiera Gialla alla radio, la scoperta dei "giovani" a livello planetario. Ed è stato anche molte cose materiali: l’eskimo e le Clarks, le minigonne, gli stivaletti, il mangiadischi, il ciclostile e il megafono. Ha generato nuovi modi di fare politica tra autogestioni e assemblearismo, di stare insieme nelle comuni o nelle famiglie aperte, di viaggiare tra nomadismo e misticismo. Ma è stato anche luoghi, alcuni mitizzati: la Trieste di Basaglia, Venezia e Porto Marghera, Trento e Sociologia, Milano e la Zanzara, Firenze, con l’Isolotto e Barbiana, Torino e la Fiat, Pisa e la Normale, Roma e Valle Giulia, la Sicilia di Mauro Rostagno e di Danilo Dolci.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Toni Capuozzo

La cena dell'inviato: Le ricette di cinque continenti assaggiate dal reporter più amato dagli italiani (I Take Away Vol. 5)

La cena dell'inviato: Le ricette di cinque continenti assaggiate dal reporter più amato dagli italiani (I Take Away Vol. 5) di

Dovessi apparecchiarmi un’ultima cena, la organizzerei così, fedele al disordine della vita, irrispettosa dei canoni e legata a una regola: i sapori, con gli odori, e specie del cibo, hanno una forza che manca alle parole, e perfino alle immagini, ti riportano con prepotenza inaspettata al giorno i cui entrasti in un negozio, alla prima volta che assaggiasti qualcosa, ai viaggi e ai ritorni a c...