La Serpe e il Mirto (1978): ovvero Il Tempo secondo Aguilar Mendes

Compra su Amazon

La Serpe e il Mirto (1978): ovvero Il Tempo secondo Aguilar Mendes
Autore
Stefano Valente
Editore
Stefano Valente
Pubblicazione
2 ottobre 2015
Categorie
Il tuffo nel mistero - fino al Mistero dei misteri - di Aguilar Mendes, studioso di letteratura portoghese, che dall'Argentina dei militari e dei desaparecidos è scaraventato negli “oscuri” vicoli di Roma, nel labirinto dei suoi enigmi, millenari e presenti.

L’azione prende il via proprio nella mattina cruciale del rapimento di Aldo Moro da parte delle Brigate Rosse: da qui in poi Aguilar Mendes verrà travolto dal girotondo del Tempo che, da quel giorno di piombo del 1978, lo condurrà avanti e indietro per i continenti, tra figure spettrali, complotti politici, segreti e amori.
Un romanzo a cavallo tra il Mystery e il Giallo esoterico...

Gli “ospiti” di una strana pensione di Roma.
Epici bravacci che portano il terrore e il carnevale fin dentro il cuore del Brasile.
Santi-teologi in bordelli della Terra del Fuoco.
Un gatto di Oporto (?) e tre cani infernali.
Antenati-Serpente dell’altra parte del mondo.
Le malinconie dolci di Lisbona.
L’America Latina dei carnefici e dei desaparecidos...
E un eroe, forse.
Forse, perché Rosario Aguilar Mendes è l’uomo delle mille possibilità, e di nessuna; seduto obliquamente, in attesa, all’incrocio di tutti i sentieri, di tutte le scelte; sospeso fra i misteri di luoghi e presenze che esistono e scompaiono, per poi riapparire nei sogni, o nei racconti.
E nonostante questo — o proprio per questo — andrà fino al fondo delle cose, là dove le tenebre celano i segreti più grandi, e Lucifero può anche essere semplicemente un vecchio studente pieno di rancore.

(Prefazione di Isabella Moroni)

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Stefano Valente

Sensei delle Stelle

Sensei delle Stelle di

Un sensei… non è solo un maestro nell'arte del combattimento, un imbattibile campione. Oppure un filosofo che ha optato per la Via Sottile. Da un sensei può dipendere l'equilibrio o la rovina di imperi intergalattici. Dalle azioni e dalle scelte di un sensei può derivare la preservazione o lo squarcio irreversibile della stessa trama spaziotemporale… «(...) del Bodhisattva Chandrapadvana, dei ...

Il delegato Poznań è stanco: Loro ti osservano, Loro ti ascoltano, Loro sanno sempre dove sei...

Il delegato Poznań è stanco: Loro ti osservano, Loro ti ascoltano, Loro sanno sempre dove sei... di

Nei territori della vecchia Europa, nell'era successiva al IV Conflitto, il delegato per la Salvaguardia Pubblica PoznaÅ„ è alla prese con il caso più delicato della sua carriera. Una cellula terroristica ha rapito il giovane amante del Ministro della Propaganda e i vertici del nuovo ordine annaspano nel panico più totale. Rimettere insieme i pezzi di un mosaico di cui si conosce solo un framme...

Del Morbo - Una cronaca del 1770

Del Morbo - Una cronaca del 1770 di

Lille Havn.Una cittadina costiera con un piccolo porto in un minuscolo regno del Nord, da qualche parte fra Prussia e Danimarca.Lassù, in uno strano inverno, ogni cosa appare estranea, remota.Lontanissima, fioca, la luce abbacinante della Raison che presto — dalla Francia dei Diderot, d’Alembert, Voltaire — investirà i fasti impigriti delle anziane monarchie d’Europa.Impercettibile e muto l’ava...

Storie fantastiche di gente comune

Storie fantastiche di gente comune di

Un eroe non è un impavido guerriero, un martire, o un conquistatore di consensi popolari. Un eroe è semplicemente una persona. Un eroe è il prescelto di se stesso, colui che compie una scelta per un bene a lui caro. Naturalmente, una scelta audace. Io, la Voce Narrante, canterò le gesta di tre eroi che hanno compiuto la loro scelta. Paolo, un militare devoto all'uniforme e fedele alla patria, c...