Verso il Mar Bianco

Primo Novecento. Sigbjørn è studente a Cambridge e sogna di fare lo scrittore, ma è tormentato dall’idea che un romanziere norvegese abbia non solo già scritto il suo grande romanzo, ma perfino la sua vita. Dopo il suicidio filosofico del fratello Tor e una serie di sventure occorse all’azienda navale paterna, Sigbjørn decide di prendere il mare e andare a nord per raggiungere il Mar Bianco, dove dimora il fantomatico scrittore – doppio? proiezione? alter ego? – e capire cosa sarà del suo destino.

Dato per smarrito in seguito a un incendio del capanno dove Malcolm Lowry viveva in Canada e invece conservato tra le carte della prima moglie, Verso il Mar Bianco è il romanzo incompiuto di uno dei grandi scrittori del Novecento. La storia, ambientata in un clima livido e in un’atmosfera da minaccia biblica, si snoda attraverso una serie di vicende famigliari e sentimentali, fatte di padri opprimenti e amori tormentosi, per distendersi in un’epica navale e, come c’era da aspettarsi dall’autore di un capolavoro come Sotto il vulcano, profondamente letteraria.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Malcolm Lowry

Il traghetto per Gabriola

Il traghetto per Gabriola di Malcolm Lowry Feltrinelli Editore

Malcolm Lowry, uno degli scrittori di culto dell’immediato secondo dopoguerra, muore nel 1957 in un cottage affittato nel Sussex, nella casa dove si era trasferita la moglie. Muore povero e malato, dopo un aspro litigio con lei, secondo i più consolidati cliché degli scrittori maledetti. La causa della morte: un mix di barbiturici e alcol in dosi eccessive. Al momento della morte, Lowry stava ...

La mordida

La mordida di Malcolm Lowry