Vedi Senti Assapora

Martedì mattina Rebecca ha cambiato la sua routine. Di solito si alzava, passava un po’di tempo a sistemarsi la faccia, poi i suoi vestiti e faceva una colazione veloce prima di andare al lavoro. La sua ultima mossa prima di lasciare la casa era di dare a Giorgio un bacio sulle labbra (labbra unite, senza lingua). Quella mattina uscì dal bagno ancora nuda e con in mano una bottiglia di crema per il corpo. "Giorgio, mi passeresti la crema sulla schiena? La mia pelle è secca."
Giorgio sorrise e per la prima volta in poco più di un anno mise le mani sul corpo di sua moglie. Quattro pompate di crema e poi la sparse sulla schiena, lavorandola bene sulla sua pelle. Quando si è immerso nel massaggio, ne aveva ancora un po’sulle mani e si sentiva coraggioso. L'aiutò a voltarsi verso di lui e lui passò il resto della crema dalle sue mani sul suo seno.
Lei sorrise e chiese, "Vuoi che faccia io?"
Per due secondi Giorgio pensò al modo migliore per risponderle. Lui rispose: "No, ne voglio di più, ma tu lo sai da un anno o più".
Ha detto: "Dovrà essere abbastanza, devo andare al lavoro". Si voltò e uscì dalla camera da letto. Giorgio preparò la colazione per loro e quando arrivò in cucina era completamente vestita. Venti minuti dopo se n'era andata.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Victoria Black

Quattro Ore Al Piacere

Quattro Ore Al Piacere di

L'attesa del piacere è più eccitante del piacere stesso...La mano che copre la tua bocca si muove verso il basso, stringendoti il collo, mentre l'altra mano armeggia con il chiavistello sul baule che teniamo ai piedi del letto. Spalanco il coperchio, raggiungo l'interno e tiro fuori un paio di manette, usandole per fissarti i polsi dietro la schiena. Ti rigiro, le mie labbra ti devastano in un ...

Serate Fra Amiche

Serate Fra Amiche di

Maura si alzò barcollando e si diresse verso il retro e giù per un lungo corridoio, dove si trovavano i bagni. Una porta si spalancò alla sua sinistra facendola sobbalzare. "Ehi, Sonia è qui, non sembra star così bene." Stefano ha spiegato ad una Maura confusa. "Cosa? Perché è lì dentro con te .... ahi !!" Urlò Maura, sentendo una puntura acuta nella spalla. L'ultima cosa che aveva visto prima ...

Tre Volte A Settimana

Tre Volte A Settimana di

Maria Rita emise un ululato di angoscia mentre un altro orgasmo la scuoteva e, superando il suo apice, cominciò a calmarsi un po’. Stava piangendo e la causa del suo pianto era l'assenza dell'unica cosa che voleva così tanto: un uomo.Questo potrebbe sembrare strano dal momento che aveva un marito. Potrebbe sembrare ancora più strano visto che il marito, Ruggero, copulava tre volte a settimana c...

Una Moglie Annoiata: Una Moglie Annoiata

Una Moglie Annoiata: Una Moglie Annoiata di

Si fermò a casa sua, un vecchio magazzino sul lato opposto della città che era stato convertito in appartamenti ed entrò, con la sua borsa in mano mentre cercava il suo appartamento e alla fine bussò alla porta, il suo cuore svolazzante per il nervosismo . La porta si aprì e un uomo alto con i baffi e la corporatura imponente le aprì la porta. ”Ingenuobuco, presumo, vieni tesoro", e lei si tras...

Il Giorno

Il Giorno di

Mi rivolse un sorrisetto mentre mi guardava a metà, chiedendomi quasi scusa per la sua assenza. Scambiammo solo un piccolo contatto visivo. Mi chiedevo se avesse notato qualcosa nello sguardo sul mio viso perché in un attimo seppi di essere tornato a caccia. Il lupo dentro di me ululò. Devo aver sorriso. Ora sapevo che uno dei principali ostacoli per raggiungere il mio obiettivo era stato risol...

Il Premio

Il Premio di

"Non dire una parola, bambina” sussurrò, tracciando le sue labbra attraverso l'orecchio, mandandole un brivido lungo la spina dorsale. "Ora toglierò la mano. Il momento in cui decidi di aprire quella tua bella bocca per gridare è il momento in cui il mio coltello va nel tuo fegato, capito?" Lei rabbrividì e annuì contro la sua forte presa. Le tolse la mano dalla bocca e si girò per fronteggiare...