Trattato di Metafisica

Compra su Amazon

Trattato di Metafisica
Autore
Voltaire
Pubblicazione
22/07/2021
Categorie
Il trattato di Metafisica scritto da Voltaire nel 1734 rimase tra le carte personali in possesso della marchesa di Châtelet fino al giorno della sua morte ed è giunto casualmente a noi grazie allo stratagemma, al limite della furberia, del valletto del filosofo Sébastien Longchamp. Restano misteriosi, i motivi per cui Voltaire abbia ritenuto di non dare alle stampe questo ed altri scritti. Il saggio fu pubblicato solamente nel 1784 quando fu lo stesso Longchamp ad affidarlo agli editori dell'Opera Omnia del filosofo parigino. Questa opera è così tanto preziosa – dissero allora gli editori – perché in essa, non essendo stata destinata alla stampa, l'autore ha potuto dire interamente tutto il suo pensiero. Essa racchiude le sue vere opinioni e non solamente quelle delle sue opinioni che credeva poter sviluppare senza compromettersi. Si vede qui come Voltaire fosse fortemente persuaso dell'esistenza di un Essere supremo e anche dell'immortalità dell'anima, ma senza dissimulare le problematicità che oppugnano contro queste due opinioni e che nessun filosofo ha ancora completamente sciolto.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione

Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Voltaire

Candido: O dell'Ottimismo (I Ricci)

Candido: O dell'Ottimismo (I Ricci) di Voltaire Antonio Tombolini Editore

Candido è un giovane ingenuo e sincero. Orfano dei genitori si dice tuttavia sia figlio illegittimo della sorella del barone tedesco nel cui castello è ospitato. Pangloss è il precettore che il barone gli assegna. Candido si innamora, ricambiato, della bella figlia del barone, Cunegonda, che con lui segue le lezioni di Pangloss e per questo viene scacciato dal feudo. Arruolato a forza nell'...

Dizionario filosofico: (Selezione di brani liberamente tradotti)

Dizionario filosofico: (Selezione di brani liberamente tradotti) di Voltaire

Articoli visualizzati di recente e suggerimenti in primo piano › Visualizza o modifica la cronologia di navigazione Dopo aver visualizzato le pagine di dettaglio del prodotto, guarda qui per trovare un modo facile per tornare alle pagine che ti interessano.

Candido

Candido di Voltaire Voltaire

Voltaire. Parigi, 21 novembre 1694-Parigi, 30 maggio 1778. Drammaturgo, filosofo, scrittore, storico, poeta, enciclopedista, aforista, saggista e romanziere francese.

Non amatevi troppo (Lezioni d'amore)

Non amatevi troppo (Lezioni d'amore) di Voltaire UTET

La verità, vi prego, sull’amore, ce la dice Voltaire? Nelle voci enciclopediche e nelle lettere personali dedicate all’amore, che qui si raccolgono, Voltaire mescola serietà e ironia, parodie e smascheramento di pregiudizi, sentenze e umorismo. “L’istituzione del divorzio risale più o meno allo stesso periodo del matrimonio. Credo però che il matrimonio sia anteriore di qualche settimana: si ...

L'ingenuo (Libri da premio)

L'ingenuo (Libri da premio) di Voltaire Nobel

Se volete approfondire i fondamenti del pensiero illuminista, di cui Voltaire è stato tra i più brillanti e principali esponenti, questa è la lettura che fa per voi. Con il suo tratto dinamico e talvolta drammatico, con lo stile divertente e scorrevole, con i suoi ampi riferimenti alla cultura classica e i suoi passaggi nel più puro pensiero filosofico francese del Settecento, 'L'ingenuo' è un'...

Zadig (Einaudi tascabili.Serie bilingue Vol. 448)

Zadig (Einaudi tascabili.Serie bilingue Vol. 448) di Voltaire EINAUDI

Zadig, primo eroe romanzesco di Voltaire, arriva sulla scena con grandi pretese. Convinto di essere dotato di ogni virtù, non ultima la modestia, e che queste gli debbano garantire la felicità, si muove con una sicurezza che sfiora la presunzione. Tuttavia, incontrate in amore le prime delusioni, decide di rinunciare alla vita coniugale appena sperimentata, e di ritirarsi in solitudine, ...