Novelle per un anno - edizione completa 302 novelle (Emozioni senza tempo)

Compra su Amazon

Novelle per un anno - edizione completa 302 novelle (Emozioni senza tempo)
Autore
Luigi Pirandello
Editore
Fermento
Pubblicazione
23 luglio 2015
Categorie
Se, come drammaturgo, Pirandello è stato forse il più influente autore della letteratura italiana, non va dimenticata la sua produzione secondaria. E nel corso degli anni, con grande entusiasmo, lo scrittore siciliano scrisse e pubblicò un grande numero di novelle. Infine, nel 1922, decise di rimettere mano a scritti precedenti per migliorarli, modificarli, stravolgerli talvolta, fino alla nascita di 'Novelle per un anno'. In questa fase i temi centrali della sua produzione erano il tragico quotidiano, il comico, il patetico, generati quasi sempre da un evento occasionale, singolare, bizzarro. I protagonisti di queste novelle sono sempre artefici e vittime delle loro fortune, delle loro sfortune, del loro destino. Tanto che, alla conclusione della novella, si lasciano andare a riflessioni, profonde e amare, rassegnate o entusiastiche, sulla propria vita. Se avete amato l'indagine psicologica che si addentra nelle pieghe dell'animo umano, non potrete fare a meno di restare ammaliati da queste novelle. Che, per una notte, una settimana o un intero anno, vi terranno compagnia. All'interno - come in tutti i volumi Fermento - gli "Indicatori" per consentire al lettore un agevole viaggio dentro il libro.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Luigi Pirandello

Diana e la Tuda

Diana e la Tuda di

«In Diana e la Tuda ho voluto riprendere gli elementi fondamentali del mio teatro: la vita è una tragedia immanente in quanto deve ubbidire a due necessità opposte, quella del movimento e quella della forma… Questa tragedia immanente della vita io ho voluto rendere attraverso la vicenda di due scultori e di una modella, la Tuda.» Così nel 1926 Pirandello presentava la tragedia dedicata a Marta ...

I vecchi e i giovani (edizione 1913)

I vecchi e i giovani (edizione 1913) di

«Vasto e complesso», il romanzo I Vecchi e i Giovani ha accompagnato il suo autore dal 1893-96 (quando cominciò a idearlo) al 1931 (quando ne curò l'ultima edizione). Dolorosamente anticipatore, narra la delusione storica per il Risorgimento tradito, sommerso dagli scandali bancari e dalla corruzione politica; e contiene un'acre denunzia meridionalistica, contro la gestione colonizzante dell'Un...

Sei personaggi in cerca d'autore

Sei personaggi in cerca d'autore di

Sei personaggi in cerca d'autore è il dramma più famoso di Luigi Pirandello. Esso fu rappresentato per la prima volta il 9 maggio 1921 al Teatro Valle di Roma, ma in quell'occasione ebbe un esito tempestoso, perché molti spettatori contestarono la rappresentazione al grido di "Manicomio! Manicomio!". Fu importante, per il successivo successo di questo dramma, la terza edizione, del 1925, in cui...

IL GIUOCO DELLE PARTI: TEATRO ITALIANO 5

IL GIUOCO DELLE PARTI: TEATRO ITALIANO 5 di

SILIA Non lo so! Una qualunque… non così! Ah Dio, un alito… almeno un alito di speranza, che mi schiudesse appena appena, nell'avvenire, uno spiraglio! Ti giuro che me ne resterei ferma, qua, a respirare soltanto il refrigerio di questa speranza, senza correre ad affacciarmi alla finestra a vedere che cosa c'è di là per me!

COSI' E' (SE VI PARE): TEATRO ITALIANO 4

COSI' E' (SE VI PARE): TEATRO ITALIANO 4 di

È stata la sua fortuna, se così può dirsi. Mi videpassare per via con questa mia seconda moglie, dalla finestradella stanza dove la tenevano custodita; credettedi rivedere in lei, viva, la sua figliuola; e si mise a ridere,e tremar tutta; si sollevò d'un tratto dalla tetra disperazionein cui era caduta, per ritrovarsi in quest'altra follia,dapprima esultante, beata, poi a mano a mano piùcalma, ...

SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE: TEATRO ITALIANO 3

SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE: TEATRO ITALIANO 3 di

La più fortunata commedia di Luigi Pirandello. I personaggi che agognano di raggiungere l'essere della scena, al di fuori della quale non esistono. Una lancinante metafora della vita. "Voglio la vita, padre!"