Le confessioni d'un italiano

Compra su Amazon

Le confessioni d'un italiano
Autore
Ippolito Nievo
Editore
Infilaindiana Edizioni
Pubblicazione
10 febbraio 2014
Categorie
Le confessioni d'un italiano è l’ultimo romanzo di Ippolito Nievo; il testo venne pubblicato postumo, nel 1867, e l’editore volle cambiare il titolo originario in Confessioni di un ottuagenario. Il protagonista è Carlo Altoviti che, ormai più che ottantenne, racconta la sua vita, il suo amore per la Pisana e l’ardore patriottico che lo porterà a partecipare ai moti liberali. Il romanzo è il punto d’arrivo della ricerca letteraria di Nievo e si presenta come un’opera molto significativa nel suo periodo di riferimento, grazie a diversi tratti e caratteristiche: la vitalità e la freschezza degli ambienti e dei personaggi descritti, la scrittura lineare alterata con sapienza da alcuni accenti oratori, la strutturata narrativa che poggia su diversi piani stilistici. Nievo ci propone un esempio di romanzo storico contemporaneo, vivificato da innesti fiabeschi che rimandano al suo mondo infantile e concretamente piantato nella realtà partecipe del processo di formazione dell’unità d’Italia. Attraverso il percorso di maturazione del protagonista, infatti, si assiste anche alla crescita e trasformazione del nostro Paese.


Ippolito Nievo nasce a Padova il 30 novembre 1831. Scrittore e patriota italiano dell’800, compone numerose novelle, epistole, testi teatrali e romanzi tra cui Il barone di Nicastro e Antiafrodisiaco per l'amor platonico. Muore il 4 marzo 1861 nel mar Tirreno, in seguito al naufragio del piroscafo Ercole; il relitto non è mai stato ritrovato.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Ippolito Nievo

Angelo di bontà (ed. 1856): Storia del secolo passato. Testo critico secondo l'ediz. del 1856 (Letteratura universale. Nievo le opere)

Angelo di bontà (ed. 1856): Storia del secolo passato. Testo critico secondo l'ediz. del 1856 (Letteratura universale. Nievo le opere) di

Il volume presenta il testo critico di "Angelo di bontà" secondo la prima edizione licenziata da Ippolito Nievo nel 1856, ripercorrendo, attraverso l'introduzione e il commento, le vicende redazionali ed editoriali e offrendo un ampio quadro interpretativo del romanzo in rapporto sia agli intenti ideologici sottesi alla narrazione sia alle altre opere dello stesso autore (in particolare "Le Con...

Le confessioni d'un italiano

Le confessioni d'un italiano di

"Le confessioni d'un italiano" (inizialmente pubblicato con il titolo di "Le confessioni di un ottuagenario") è un romanzo di Ippolito Nievo pubblicato postumo nel 1867 di carattere storico, la cui vicenda si svolge nei cinquant'anni che vanno dalla campagna napoleonica in Italia ai moti insurrezionali risorgimentali del 1848.Ippolito Nievo (30 novembre 1831 –  4 marzo 1861) è stato uno scritto...

Le confessioni di un italiano

Le confessioni di un italiano di

Questo libro di Nievo – al vertice della narrativa risorgimentale – è un originale romanzo di educazione dei sentimenti. E' incentrato sulla figura di Carlo Altoviti, che attraverso le sue vicende personali ripercorre al contempo il processo di formazione dell’unità d’Italia, dal senile tramonto della Repubblica di Venezia fino agli avvenimenti del 1856. Alle vicende di Carlo fa da contraltare...

Il Varmo (I Classici della letteratura italiana)

Il Varmo (I Classici della letteratura italiana) di

La novella Il Varmo uscì, dal marzo al maggio 1856, sull' "Annotatore Friulano". In essa, il Nievo, con una maggiore coerenza che nelle precedenti novelle, delinea il suo racconto seguendo i personaggi dalla nascita alla maturità con profonde riflessioni sulla loro vita mettendo in risalto il rapporto tra i loro caratteri e i loro destini. I critici che si sono soffermati su questa novella, più...

Il Conte Pecoraio (I Classici della letteratura italiana)

Il Conte Pecoraio (I Classici della letteratura italiana) di

Il Conte Pecoraio è un romanzo a carattere contadinesco che avrebbe dovuto diventare, nell'ambizione dell'autore, il libro di lettura delle umili persone contadine durante i mesi oziosi dell'autunno che seguivano il periodo della vendemmia e la semina, quando le notti si allungano e arrivano i primi freddi. Un tentativo, dunque, di avviare quella letteratura autenticamente popolare, tanto desid...

Antiafrodisiaco per l'amor platonico (I Classici della letteratura italiana)

Antiafrodisiaco per l'amor platonico (I Classici della letteratura italiana) di

Antiafrodisiaco per l'amor platonico, lasciato manoscritto, fu pubblicato per la prima volta nel 1956. Inutile dire che Matilde - Morosina nel romanzo - non è più l'«anima pura», né lo «specchio delle immagini più caste, dei pensieri più angelici e soavi» delle lettere, ma una scipita ragazza che rideva molto e parlava poco «perché è molto più facile colle labbra far delle smorfie, che dei bei ...