Goering: Il nazista dal volto umano (I Signori della Guerra Vol. 29)

Hermann Goering è sempre stato lontano anni luce dall’idea di nazista che tutti abbiamo in testa e, infatti, nonostante il suo ruolo di primissimo piano nella storia del Terzo Reich (era secondo solo al Führer nella gerarchia nazista) è uno di quei personaggi che appaiono poco, se non per nulla, in tutti i film sulla seconda guerra mondiale (e sono decisamente tanti!).

Al contrario di Rudolf Hess e dello stesso Adolf Hitler, Hermann Goering non solo era un uomo dalla profonda cultura e dal raffinato senso estetico, ma era anche un gaudente, una buona forchetta, un ottimo bevitore e un accanito fumatore. Gli bastavano poche parole, una battuta e un sorriso per guadagnarsi immediatamente la fiducia e la stima di chi lo circondava.

Un nazista diverso da quelli che abbiamo imparato a conoscere dunque e, forse proprio per questo, molto più pericoloso per la macchina contro-propagandista post bellica. Goering infatti ci costringe ad un’analisi scomoda e fastidiosa, un’analisi ulteriore e più profonda, più difficile perché meno banale.

In altre parole Goering ci costringe a fare i conti con noi stessi.

Il nazismo infatti è stato anche e soprattutto Hermann Goering, ed Hermann Goering, a differenza di Himmler, di Goebbels, di Hitler e degli altri nazisti che con il passare degli anni sono diventati delle icone del “male assoluto”, assomiglia molto di più al ritratto di una persona normale, uno come noi, con i suoi difetti, le sue qualità, le sue manie e le sue grandi debolezze.

Studiando la biografia di Goering in qualche modo siamo costretti a guardare in faccia l’orrore e ad ammettere che che quell’orrore può nascere anche nella mente e nel cuore di persone del tutto simili a noi.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Richard J. Samuelson

Pol Pot: Il diavolo rosso (I Signori della Guerra Vol. 28)

Pol Pot: Il diavolo rosso (I Signori della Guerra Vol. 28) di

Il 17 aprile 1975 i Khmer Rossi entrano trionfanti a Phnom Penh, la capitale della Cambogia. Gli inviati della stampa internazionale parlano entusiasti di scene di gioia e fratellanza, di guerriglieri e soldati governativi che si abbracciano, nessuna scena di violenza o di guerra. Nel giro di poche ore tutto sarebbe cambiato, il mondo per la prima volta avrebbe sentito il nome di Pol Pot che,...

Nerone: Un visionario al potere

Nerone: Un visionario al potere di

Nerone è uno degli imperatori romani più noti al grande pubblico. Accusato fin dai tempi antichi di essere il responsabile del grande incendio che devastò Roma nel 64 dC, nel corso dei secoli è diventato uno dei personaggi più negativi della storia: assassino sanguinario, esteta volubile, uomo assetato di potere, schiavo delle passioni, schiacciato dal peso di una madre troppo opprimente… gli...

Rudolf Hess (I Signori della Guerra Vol. 20)

Rudolf Hess (I Signori della Guerra Vol. 20) di

La vita e la morte di Rudolf Hess si possono sintetizzare con un’unica parola: mistero. Era il “Vertreter” il delfino di Hitler, un uomo che poteva vantare una sintonia e un’affinità elettiva con il Führer come nessun altro. La sua storia personale è uno strano miscuglio di avvenimenti improbabili, fatti inspiegabili, mezze verità, rivelazioni ad orologeria, segreti di stato, omissis sospetti,...

Josef Mengele: L'angelo della morte di Auschwitz (I Signori della Guerra Vol. 17)

Josef Mengele: L'angelo della morte di Auschwitz (I Signori della Guerra Vol. 17) di

La figura di Josef Mengele è una delle più inquietanti tra quelle dei protagonisti della follia nazista. Il suo nome infatti è tristemente celebre per il ruolo che ebbe all’interno del campo di sterminio di Auschwitz, in cui Mengele lavorò per 21 mesi come medico. Per tutto quel periodo Mengele, soprannominato ben presto "l'Angelo della Morte", trasformò l’ospedale di Auschwitz in una clinica...

Spartaco e la rivolta dei gladiatori romani (I Signori della Guerra Vol. 15)

Spartaco e la rivolta dei gladiatori romani (I Signori della Guerra Vol. 15) di

Quella di Spartaco e dei gladiatori che l'hanno seguito non è stata una semplice ribellione, è stata una guerra che ha segnato nel profondo la coscienza di Roma. Una lezione tremendamente attuale e che troppo spesso governi e poteri forti pensano di poter ignorare, salvo poi trovarsi a dover correre ai ripari quando il malessere della massa sfocia in azioni violente e devastanti. La terza...

Barbanera (I Signori della Guerra Vol. 14)

Barbanera (I Signori della Guerra Vol. 14) di

“Non si può immaginare il terrore che suscitava in chi lo guardava. Sembrava uscito direttamente dalle viscere dell’inferno”. Edward Teach, soprannominato Barbanera, in poco meno di due anni è riuscito a conquistare e depredare quasi 150 navi, trasformandosi nell'icona immortale della pirateria. Sul suo nome e sulle sue gesta nei secoli sono fiorite decine di storie, racconti, leggende: la...