Pol Pot: Il diavolo rosso (I Signori della Guerra Vol. 28)

Il 17 aprile 1975 i Khmer Rossi entrano trionfanti a Phnom Penh, la capitale della Cambogia. Gli inviati della stampa internazionale parlano entusiasti di scene di gioia e fratellanza, di guerriglieri e soldati governativi che si abbracciano, nessuna scena di violenza o di guerra.

Nel giro di poche ore tutto sarebbe cambiato, il mondo per la prima volta avrebbe sentito il nome di Pol Pot che, alla guida dei suoi Khmer Rossi, mise in atto un folle progetto di “ingegneria sociale”.

L’orrore e la devastazione fisica, morale e culturale che la popolazione cambogiana dovette subire in quel periodo da incubo non hanno eguali nella storia della civiltà moderna. Stiamo parlando infatti di un “reset” completo che ha letteralmente annichilito un popolo molto antico e ricco di storia e cultura.

Quella che state per leggere è una storia di autentica follia e di fanatismo senza limiti, la storia di un uomo e di un progetto politico in grado di annientare completamente la vita, la cultura e il pensiero di milioni di persone, e tutto questo nel più completo disinteresse dell’opinione pubblica mondiale.

Questa è la storia di Pol Pot, il “Fratello Numero Uno”.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Richard J. Samuelson

Attila, Flagellum Dei (Signori della Guerra Vol. 2)

Attila, Flagellum Dei (Signori della Guerra Vol. 2) di

Tanti furono i barbari ed i condottieri che calarono furiosamente dalle sterminate lande orientali per sfidare l'Impero Romano, ma soltanto uno è entrato nella leggenda prima ancora che nella storia: Attila, il re degli Unni. Barbaro e distruttore, Attila incarnò per anni lo stereotipo del condottiero crudele e selvaggio. Con i suoi guerrieri nomadi arrivò ad un passo dalla conquista di...

I Signori della Guerra Vol 1 (I Signori della Guerra Collection)

I Signori della Guerra Vol 1 (I Signori della Guerra Collection) di

Gengis Khan e Attila sono sicuramente due tra i condottieri più conosciuti di tutti i tempi: il primo è stato capace di creare il più vasto impero mai visto sulla faccia della terra, il secondo invece con i suoi Unni fece tremare Roma e, a tutt’oggi, incarna il mito del barbaro violento e distruttore. Stiamo parlando di due icone che fanno parte dell’immaginario collettivo mondiale e che...

Fidel Castro e la Rivoluzione Cubana (I Signori della Guerra Vol. 11)

Fidel Castro e la Rivoluzione Cubana (I Signori della Guerra Vol. 11) di

"Condannatemi, non importa, la storia mi assolverà": è il 1953 e con queste parole pronunciate di fronte al tribunale del regime di Batista Fidel Castro dimostra di aver già capito che l'avventura rivoluzionaria dei "barbudos" è destinata ad entrare nella storia. Nessuno però, nemmeno lui, avrebbe potuto immaginare che sarebbe rimasto al potere per più di 50 anni, lasciando un segno...

Barbanera (I Signori della Guerra Vol. 14)

Barbanera (I Signori della Guerra Vol. 14) di

“Non si può immaginare il terrore che suscitava in chi lo guardava. Sembrava uscito direttamente dalle viscere dell’inferno”. Edward Teach, soprannominato Barbanera, in poco meno di due anni è riuscito a conquistare e depredare quasi 150 navi, trasformandosi nell'icona immortale della pirateria. Sul suo nome e sulle sue gesta nei secoli sono fiorite decine di storie, racconti,...

Spartaco e la rivolta dei gladiatori romani (I Signori della Guerra Vol. 15)

Spartaco e la rivolta dei gladiatori romani (I Signori della Guerra Vol. 15) di

Quella di Spartaco e dei gladiatori che l'hanno seguito non è stata una semplice ribellione, è stata una guerra che ha segnato nel profondo la coscienza di Roma. Una lezione tremendamente attuale e che troppo spesso governi e poteri forti pensano di poter ignorare, salvo poi trovarsi a dover correre ai ripari quando il malessere della massa sfocia in azioni violente e devastanti. La terza...

Josef Mengele: L'angelo della morte di Auschwitz (I Signori della Guerra Vol. 17)

Josef Mengele: L'angelo della morte di Auschwitz (I Signori della Guerra Vol. 17) di

La figura di Josef Mengele è una delle più inquietanti tra quelle dei protagonisti della follia nazista. Il suo nome infatti è tristemente celebre per il ruolo che ebbe all’interno del campo di sterminio di Auschwitz, in cui Mengele lavorò per 21 mesi come medico. Per tutto quel periodo Mengele, soprannominato ben presto "l'Angelo della Morte", trasformò l’ospedale di Auschwitz in una...