Sebastopoli nel mese di dicembre (I corti di Alphaville)

I tre “Racconti di Sebastopoli” nacquero come corrispondenze di guerra dal fronte della guerra di Crimea inviate da Tolstòj alla redazione del mensile “Sovremennik”. Dei tre, il primo a essere scritto fu il racconto qui presentato, “Sebastopoli nel mese di dicembre”: lo scrittore ne iniziò la composizione nelle retrovie di Bel’bek, il 27 marzo 1855, completandola poi a Sebastopoli il 25 aprile 1855, nel cuore della città assediata dalla coalizione antirussa. Tolstòj lo inviò subito alla redazione della rivista, che lo pubblicò, dopo il visto della censura, due mesi dopo, nel numero uscito il 6 giugno 1855. Curiosamente, qualche settimana prima della sua pubblicazione un redattore ne fece pervenire il testo allo zar Alessandro II, che lo apprezzò a tal punto da ordinarne subito una traduzione in francese, poi pubblicata con il titolo “Une journée à Sébastopol” sul “Le Nord”, un giornale russo in lingua francese stampato a Bruxelles, e sul numero del 2/14 luglio 1855 del “Journal de Francfort”.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Lev Tolstoj

Anna Karenina (Einaudi tascabili. Classici)

Anna Karenina (Einaudi tascabili. Classici) di Lev Tolstoj

Una storia travolgente di grande passione e trasgressione, di sguardi incrociati, voti traditi, drammi coniugali, slanci romantici, ideali infranti, verità ultime. A oltre settant'anni dalla storica edizione di Leone Ginzburg, che ha fatto conoscere Anna Karenina a generazioni di lettori, il capolavoro di Tolstoj viene ora pubblicato nella traduzione di Claudia Zonghetti.

Sebastopoli

Sebastopoli di Lev Tolstoj

La felicità domestica

La felicità domestica 1 di Lev Tolstoj MONDADORI

Scritto nel 1859 da un autore trentaduenne, "La felicità domestica" affronta il tema delle incomprensioni, dei difficili equilibri di coppia, del mutare dei rapporti coniugali, dalla piena, passionale sintonia di affetti agli equivoci, alle incrinature sempre più profonde, al distacco e all'indifferenza reciproca. Un argomento trattato con finezza e con un'inquietudine molto moderna, che ...

La felicità domestica

La felicità domestica 1 di Lev Tolstoj Fazi Editore

Rimasta orfana a diciassette anni, Mascia vive con Sonia, la sorella minore, e Katia, la governante. L’inverno è lungo e cupo, nella campagna russa: le finestre gelate, le stanze vuote, le persone silenziose. Finché a portare un po’ di luce arriva lui, Serghièi Mikhàilovic, un vecchio amico di famiglia: aveva lasciato una bambina e ritrova una giovane donna avvenente. Dopo un corteggiamento ...

Sulla pazzia del nostro tempo e il mezzo per rinsavire

Sulla pazzia del nostro tempo e il mezzo per rinsavire 1 di Lev Tolstoj Il Pozzo di Giacobbe

Sebastopoli

Sebastopoli di Lev Tolstoj

L'aurora comincia appena a tingere l’orizzonte sopra al monte Sapun; la superficie azzurro-cupa del mare ha già rigettato da sé il tenebrore della notte e aspetta il primo raggio di sole per far giocare il suo allegro scintillio: dalla baia viene freddo e nebbia: neve non ce n’è, tutto è nero, ma la rigida gelata mattutina pizzica il viso e scricchiola sotto i piedi, e il lontano, incessante ...