Verga. Una peccatrice (LeggereGiovane)

Compra su Amazon

Verga. Una peccatrice (LeggereGiovane)
Autore
Giovanni Verga
Editore
LeggereGiovane
Pubblicazione
08/06/2016
Categorie
Pietro Brusio, un giovane di Catania, studente di legge e con passioni letterarie, si innamora perdutamente di una donna incontrata casualmente durante una passeggiata ai giardini pubblici della città.

La donna si chiama Narcisa Valderi ed è la moglie del conte di Prato. Lei, però, non sembra accettare la corte assidua del giovane che, desideroso di riscattarsi, compone in breve tempo un dramma, il Gilberto, che lo rende subito celebre.

Grazie alla notorietà ottenuta riesce a conquistare la donna, ora innamorata persa di lui. Ma dopo un periodo assai breve di grande felicità ed esaltazione Narcisa, resasi conto che il giovane inizia a stancarsi del suo ossessivo e sfrenato amore, decide di suicidarsi: si avvelena e muore in una villa di Acicastello dopo aver ascoltato un valzer (Il Bacio di Luigi Arditi) stretta al corpo di Pietro. Quest'ultimo, scioccato dal gesto estremo della donna, trascorrerà mediocremente il resto dei suoi giorni al suo paese natale scrivendo qualche verso per gli onomastici dei suoi parenti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giovanni Verga

Racconti e bozzetti (1880 - 1922)

Racconti e bozzetti (1880 - 1922) di

L'opera verghiana “Racconti e bozzetti” è composta da tredici brani, di diversa ampiezza, che non furono inseriti dal Verga in alcuna raccolta, ma furono pubblicati su diverse riviste a partire dal 1880. Alcuni di essi rimandano ad avvenimenti realmente avvenuti nel periodo. Sono racconti o accenni di racconto poco conosciuti, ma scritti con la consueta bravura di quel grande scrittore che è il...

I VINTI I Malavoglia Mastro-Don Gesualdo La duchessa di Leyra: con schede illustrative (I libri delle vacanze Vol. 3)

I VINTI I Malavoglia Mastro-Don Gesualdo La duchessa di Leyra: con schede illustrative (I libri delle vacanze Vol. 3) di

Così Verga ci introduce al Ciclo dei Vinti: "I Malavoglia, Mastro-don Gesualdo, la Duchessa de Leyra, l’Onorevole Scipioni, l’Uomo di lusso sono altrettanti vinti che la corrente ha deposti sulla riva, dopo averli travolti e annegati, ciascuno colle stimate del suo peccato, che avrebbero dovuto essere lo sfolgorare della sua virtù". Dei cinque romanzi, vedranno la luce solo I Malavoglia e Mast...

Mastro-Don Gesualdo: Con illustrazioni (I libri delle vacanze Vol. 2)

Mastro-Don Gesualdo: Con illustrazioni (I libri delle vacanze Vol. 2) di

Secondo romanzo del ciclo dei vinti, Mastro-don Gesualdo è uno tra i più conosciuti romanzi di Giovanni Verga, pubblicato nel 1889. Viene qui viene proposto accompagnato da dieci illustrazioni-schede che ne accompagnano la lettura. Successivo per data di pubblicazione a I Malavoglia, è ambientato temporalmente prima, nella prima metà del XIX in periodo risorgimentale. Scrive Verga: "Nei Malavo...

I MALAVOGLIA: Con illustrazioni (I libri delle vacanze Vol. 1)

I MALAVOGLIA: Con illustrazioni (I libri delle vacanze Vol. 1) di

Il più noto dei romanzi di Giovanni Verga. Ambientato in Sicilia subito dopo l'Unità d'Italia, attraverso le vicende familiari dei Malavoglia offre un affresco unito dell'epoca e dell'isola. Qui viene proposto accompagnato da dieci illustrazioni-schede.

I Malavoglia

I Malavoglia di

Il romanzo narra la storia di una famiglia di pescatori che vive e lavora ad Aci Trezza, un piccolo paese siciliano nei pressi di Catania. Il romanzo ha un'impostazione corale, e rappresenta personaggi uniti dalla stessa cultura ma divisi dalle loro diverse scelte di vita, soverchiate comunque da un destino tragico ed inevitabile.

I Malavoglia: Ediz. integrale (Grandi classici)

I Malavoglia: Ediz. integrale (Grandi classici) di

IN OFFERTA LANCIO !Quella dei Toscano è una famiglia di pescatori che vive ad Aci Trezza e che, nonostante la laboriosità, è nota col soprannome di “Malavoglia”. Il capofamiglia è padron ‘Ntoni; insieme a lui vivono nella casa il figlio Bastiano, detto Bastianazzo, con la moglie Maruzza, e i loro cinque figli: ‘Ntoni, Luca, Filomena, Alessio e Rosalia. L’unica fonte di guadagno per la famiglia ...