Lutero: un patto con l'Io

Piano dell’opera:
Parte prima: Storia del Patto col Diavolo
I - Il patto con l'Io: Martin Lutero tra Faust e la Baader-Meinhoff. II - Faust e Lutero.
III - Faust e il "faustismo".
IV - Faust e Shylock.
V - Faust e lo stato di natura.
VI - Il mistero di Faust.
VII - Faust e il problema della libertà.
VIII - Faust e il suo doppio "inglese".
IX - Il paradosso di Lessing.
X - Il “gran mondo borghese” di Faust.
XI - Faust e altri tragici eroi goethiani.
XII - Faust e Peter Schlemihl.
XIII - Faust e Amleto.
XIV - Don Giovanni e Faust.
XV - Faust e l'Anti-Faust di Tieck.
XVI - Faust e Mefisto: da Thomas a Klaus Mann
XVII – Il faustismo della musica tedesca
Parte Seconda: Il patto con l'Io. Ideologia piccolo-borghese e violenza politica da Lutero alla Rote Armeé Fraktion attraverso Goethe e Schiller.
I - Le radici dell’individualismo borghese
II - Il trionfo del lato spirituale della Riforma
III - La frantumazione della Germania dopo la Riforma
IV - L’impotenza del cittadino medio di fronte alla ‘miseria tedesca’ V - Il vizio idealistico dell’ideologia borghese in Germania
VI - Il problema della ‘coscienza di classe’ della borghesia
VII - La natura idealistica dei programmi politici degli intellettuali borghesi VIII - La reazione degli intellettuali borghesi
VIII Dalla rivolta individuale alla rivoluzione interiore
IX - La ‘rivoluzione dall’alto’ quale causa dell’interiorizzazione della rivolta X - L’interiorità come rifugio
XI - La soluzione interiore
XII - L’assolutizzazione dell’Io
XIII - Reazioni piccolo borghesi alla ‘capitalizzazione’ della Germania XIV - La natura egoistica della rivolta piccolo borghese
XV - L’ideologia piccolo borghese de L’Unico
XVI - Le radici dell’egotismo
XVII - Le radici piccolo borghesi della protesta
XVIII - Il ‘back ground’ della violenza
XIX - La concezione egotistica della rivolta

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Enrico Bernard

La Voragine

La Voragine di

L'Italia vista come un immane, caotico cantiere dove si ci si scava un inutile buco sotto ai piedi. Ori e il Capo sono rimasti soli a fingere, a credere, oppure solo a sperare di lavorare, ma non hanno ordini, nessuna direttiva, zero programmi. Dall'alto una voce sempre più gracchiante, assordante, inquietante intima di SCATTARE! Ma dove? In che direzione? E poi: è un ordine? O è un contro-ordi...

Autori e drammaturgie: Enciclopedia del teatro italiano contemporaneo

Autori e drammaturgie: Enciclopedia del teatro italiano contemporaneo di

Tutti gli autori del teatro italiano contemporaneo dal 1947 al 2017. Opere, date, scheda e profilo critico. Appendici sui generi dello spettacolo.

Voci di donna: 7 monologhi al femminile

Voci di donna: 7 monologhi al femminile di

Sette donne speciali per sette messaggi speciali: Penelope richiama il despota della sua anima Odisseo, Beatrice risponde per le rime alla sublimazione dell'ideale femminile di Dante, Mary Shelley genera il mostro Frankenstein, Sophie Taeuber Arp moglie di Jean Arp racconta l'avventura dadaista del Cabaret Voltaire duettando con Tzara, Einstein e Lenin, Gudrun Ensslin compagna del terrorista r...

Tanto la rivoluzione non scoppierà

Tanto la rivoluzione non scoppierà di

Dramma dall'omonimo romanzo di Carlo Bernari (Mondadori). Basta ribellarsi per cambiare il mondo, oppure occorre progettare la propria fine come fine di tutto? Uccidersi per uccidere sembra l'unica verità conquistabile in un universo che ha ridotto ogni forma di rivolta in un'industria redditizia.

Donne d'amore e di lotta: Penelope, Mary Shelley, Gudrun Ensslin, Una vittima della Diaz

Donne d'amore e di lotta: Penelope, Mary Shelley, Gudrun Ensslin, Una vittima della Diaz di

Quattro grandi donne che hanno dedicato la loro esistenza agli ideali di giustizia e libertà. Quattro protagoniste del movimento di liberazione femminile. Quattro vittime della storia e della società.

Mary Shelley e Frankenstein

Mary Shelley e Frankenstein di

Bernard si è ispirato alla vita della Shelley, nata Wollstonecraft, e al suo appassionato amore per il poeta Percy Shelley, ma si è servito del suo personaggio per una creazione in chiave di ballata, dove Mary Shelley prende corpo in scena narrando la sua vita in una forma di esaltazione onirica in alternanza con momenti di narrazione storico-romanzesca in cui lo stesso autore dà voce a notizie...