Le ragazze invisibili

Henning Mankell sosteneva che il centro dell’Europa fosse Lampedusa. Quando nel 2001 scrisse Le ragazze invisibili, aveva già intuito con chiarezza le dimensioni del dramma che, sempre più imponente, negli anni avrebbe consumato le nostre coste e sconvolto gli equilibri dell’intero continente.
Leyla, Tanja e Tea-Bag, le protagoniste di questo romanzo di sorprendente attualità, sono tre ragazze arrivate in Svezia cariche di sogni. In fuga da paesi disperati, credono di poter cominciare una nuova vita, ma si trovano invece a fare i conti con una solitudine incolmabile: circondate da mura di paura, devono ogni giorno conquistarsi il diritto di esistere. A prescindere da dove arrivano – che sia il Medio Oriente, l’Europa dell’Est o l’Africa – o dal motivo che le ha spinte ad andarsene, sono costrette in un infinito presente, senza più niente alle spalle e senza niente ad aspettarle. Paradossalmente, sono proprio loro, le “ragazze ombra”, a riaprire le porte dell’ispirazione a Jesper Humlin, rispettatissimo poeta di Stoccolma. Ormai più interessante per la critica che per i lettori, Humlin sta vivendo un momento complicato, impegnato com’è a contrastare una fidanzata piena di pretese e la concorrenza di scrittori più intraprendenti di lui. Soprattutto, sta cercando di opporsi tenacemente alle insistenti richieste del suo editore, che vuole a tutti i costi convincerlo a scrivere un poliziesco.
Nel tentativo di recuperare la sua vena creativa, Humlin coinvolge rifugiati e illetterati in un corso di scrittura, lasciando che Leyla, Tanja e Tea-Bag lo conducano per mano al di là di un confine impercettibile, mostrandogli la sua arte, e il suo stesso paese, in una nuova prospettiva.
In questo curioso romanzo ritroviamo un Mankell insolito, capace di mescolare i generi con originalità – dalla commedia al romanzo sociale, fino al teatro dell’assurdo – e di offrire al lettore qualche pagina di pura poesia. E ritroviamo anche i temi a lui più cari, quelli che attraversano tutta la sua opera, dalla serie del commissario Wallander ai romanzi legati all’Africa, confermandolo acuto e ironico osservatore della società, scrittore autentico, in grado di dare una voce a chi non la possiede e un volto a chi è invisibile.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Le ragazze invisibiliMangialibri

Gennaio 1999, sud della Spagna. La ragazza dal grande sorriso si sveglia per il rumore della pioggia sulla tenda sopra la sua testa. Resta con gli occhi chiusi, immobile, per non perdere i sogni, per fingere di essere ancora nel suo villaggio, sulle rive del fiume fresco e chiaro. Invece sono già tre mesi che è nel campo profughi. E questo è il suo rituale per iniziare la Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Henning Mankell

Sabbie mobili: L'arte di sopravvivere (Gli specchi)

Sabbie mobili: L'arte di sopravvivere (Gli specchi) di Henning Mankell Marsilio

Nel periodo più difficile dopo la diagnosi della malattia, Henning Mankell trova la forza di reagire. Partendo dalla propria esperienza, il padre del commissario Wallander riflette sulle importanti questioni politiche del futuro e spiega quanto la letteratura, l’arte e la musica siano importanti nei momenti di crisi. Le sabbie mobili sono solo una leggenda, in realtà non esistono. Che la vita, ...

Wallander's First Case (Kindle Single)

Wallander's First Case (Kindle Single) di Henning Mankell Vintage Digital

Kurt Wallander is twenty one and new to the police force - and he won't let anything stand in the way of solving his first murder case Wallander finds his neighbour dead: a revolver in his hand, and a bullet through his head. Suspicious about the circumstances surrounding the apparently open and shut case of suicide, Wallander starts an off-the-books investigation - only to find that ...

Il figlio del vento (Tascabili Maxi)

Il figlio del vento (Tascabili Maxi) di Henning Mankell Marsilio

Alla fine del diciannovesimo secolo un giovane esploratore svedese è in viaggio in Sudafrica alla ricerca di un insetto misterioso. Ai confini del deserto del Kalahari trova invece un bambino rimasto solo e decide di portarlo con sé in Svezia. Molo ha visto uccidere suo padre, non ha più nessuno. Anche se non impiegherà molto a imparare la nuova lingua e ad accettare il suo nuovo nome, la ...

Le Coup de couteau: La Première enquête de Wallander

Le Coup de couteau: La Première enquête de Wallander di Henning Mankell EPoints

Juin 1969. Le monde vit au rythme de l’affrontement des deux blocs. La jeunesse suédoise manifeste dans les rues de Malmö contre la guerre du Vietnam. Kurt Wallander, 21 ans, sort tout juste de l’école de police, contre l'avis de son père. Il s'est engagé dans une relation tumultueuse avec la charmante Mona. Quand il rencontre l'imposant commissaire Hemberg sur son palier, il entrevoit enfin ...

Prima del gelo

Prima del gelo di Henning Mankell MONDADORI

Svezia. Sei cigni vengono cosparsi di benzina e fatti bruciare. Poco dopo una telefonata anonima avvisa la polizia di Ystad. L'ispettore Kurt Wallander si reca sul posto. Con lui c'è sua figlia Linda, che ha appena terminato l'accademia e tra qualche settimana prenderà ufficialmente servizio nella polizia. Qualche tempo dopo tocca a un vitello venire arso. È solo l'opera di uno ...

Nel cuore profondo

Nel cuore profondo di Henning Mankell MONDADORI

Nell'ottobre del 1914 Lars Tobiasson-Svartman, capitano della marina svedese, viene inviato nel Baltico, teatro di scontro tra la flotta tedesca e quella russa, per tracciare rotte sicure per le navi del suo paese. A Stoccolma, nel tepore di una tranquilla dimora borghese, sua moglie Kristina lo aspetta. Lars la ama, ma una strana inquietudine lo tormenta. Finché un giorno approda su un ...