Carmine Crocco - Autobiografia

Il brigante Carmine Crocco, flagello della monarchia sabauda, durante la sua condanna all'ergastolo presso il carcere di Portoferraio si dedicò alla stesura delle sue memorie. Avrebbe potuto essere un onesto contadino timorato di Dio, con una moglie devota e figli affezionati, ma l'invasione piemontese e la caduta del Regno delle Due Sicilie serbavano per lui un destino diverso, un destino che rivive nelle pagine di questa straordinaria testimonianza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Carmine Crocco

Come divenni brigante 2.0: Nuova edizione riveduta e ampliata

Come divenni brigante 2.0: Nuova edizione riveduta e ampliata di

La vita di Carmine Crocco affascina ancora oggi gli studiosi e gli appassionati di storia, alla luce anche del fatto che il brigante, negli ultimi anni, lasciò su carta diversi scritti autobiografici. Ciò che si è salvato di questa produzione è andato incontro nel tempo a una certa fortuna, legata però anche a dei sospetti sulla sua autenticità. In questo volume sono raccolte la prima, e più fa...

Come divenni brigante

Come divenni brigante di

Carmine Crocco, detto Donatello o Donatelli (Rionero in Vulture, 5 giugno 1830 – Portoferraio, 18 giugno 1905), è stato un brigante italiano, tra i più noti e rappresentativi del periodo risorgimentale. Era il capo indiscusso delle bande del Vulture, sebbene agissero sotto il suo controllo anche alcune dell'Irpinia e della Capitanata. Nel giro di pochi anni, da umile bracciante divenne comandan...

Come divenni brigante. Autobiografia di Carmine Crocco

Come divenni brigante. Autobiografia di Carmine Crocco di

Quando era recluso nel carcere di Portoferraio dove stava scontando l'ergastolo, il famigerato bandito Carmine Crocco - il "Napoleone dei briganti" - si dedicò alla stesura delle sue memorie, dove raccontò la vita ed in particolare rievocò le sue gesta di feroce ma intelligentissimo brigante. Queste memorie divennero molto note in tutto il Regno d'Italia. Assassini, razzie, stupri, saccheggi: ...