Una Mente Malata

Aprendo la porta della casa, Veronica spalancò la porta interna, e quasi incespicò, lasciandola sotto le sue dita più velocemente di quanto si fosse aspettata. Nulla era davvero cambiato nel tempo in cui era stata lontana da casa.

Nulla era davvero cambiato nei ventiquattro anni dalla sua nascita. A sua madre non importava del cambiamento, e la casa aveva un preciso tocco di reliquia.

I mobili e l'arredamento erano rimasti gli stessi da quando si ricordava, ed entrare nella casa di sua madre era come fare un giro in bicicletta su una macchina del tempo.

Attraversando il soggiorno con la scatola ancora nelle sue mani, Veronica si diresse verso la cucina e attraverso la porta che conduceva alla soffitta. Facendo lentamente i passi, si diresse verso la minuscola stanza ristrutturata che avrebbe dovuto occupare da sola fino a quando non fosse riuscita a trovare di nuovo una sistemazione adatta.

La stanza non le sembrava molto più grande di un armadio e poteva essere piuttosto soffocante quando la finestra era chiusa. Aveva a malapena abbastanza spazio per farci entrare il suo letto e il suo comò, ma era silenziosa e le avrebbe permesso una grande quantità di privacy per sistemare la sua vita e riflettere sulle decisioni che avrebbe dovuto prendere in seguito.

Era solo un piccolo ambiente anche il piccolo bagno che si trovava sul lato sinistro. Se chiudeva gli occhi e immaginava davvero fortemente, era quasi come avere un posto tutto suo.

Posando la scatola sul letto, Veronica spalancò la porta del bagno e accese la luce. Sembrava esattamente come se lo ricordava.

L'unica differenza principale era che il linoleum marrone stava iniziando ad arricciarsi leggermente vicino alla vasca, e sembrava esserci una crepa nel soffitto che non ricordava essere lì prima. A parte questo, sembrava esattamente come l'ultima volta che ci era stata dentro.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Veronique Bertier

Mentre Mia Moglie Guarda

Mentre Mia Moglie Guarda di

Indossava uno degli abiti da sole di Gaia, uno rosso stretto attorno al busto ma sciolto dai fianchi in giù, con le calze nere, le cime visibili sotto la linea dell'orlo del vestito e un paio di tacchi neri da 8 cm ". Aveva anche una lunga parrucca bionda, una che Giulio ricordava fosse abbinata ad un costume che Gaia aveva indossato per carnevale qualche anno prima, e la sua faccia era truccat...

La Fantasia Di Mio Marito

La Fantasia Di Mio Marito di

Rimase in piedi per un momento e guardò il mio corpo, apprezzando i miei seni sodi e tondi, le gambe magre e formose quasi perfette. Si sporse in avanti e mi prese a coppa i seni, abbassando il viso verso la loro morbidezza. Con competenza e gentilezza, mi tolse il reggiseno, permettendogli di unirsi al resto degli indumenti sul pavimento. Non so quanto tempo ha trascorso baciando, mordicchiand...

Incontro Al Buio

Incontro Al Buio di

Ho camminato davanti a lui, diventando la regina del mio dominio. I tacchi alti, il completo in pelle e il rossetto rosso hanno reso me la donna forte e sexy che domina ed ha il controllo completo della situazione. Mi sono avvicinata al letto e ho aspettato che si unisse a me. Potevo sentire i miei capelli neri e lisci che mi solleticavano ancora le spalle e ne amavo la sensazione. Si fermò dav...

Il Piacere E' Solo Piacere

Il Piacere E' Solo Piacere di

Luisa allargò le gambe sulla sua sedia da scrivania, premendole le mani, i palmi piatti in mezzo, le cosce che si allargavano sulle sue dita e cominciò a strofinare le labbra attorno alle sue mutande. I suoi pantaloncini si strusciarono e si insinuarono dentro. "Perché no?" Si chiese. Mi sono sentita così bene. La voce era giusta; sapeva esattamente come fare e lei doveva ascoltare.

Attrazione Fatale

Attrazione Fatale di

Quel tocco è stato l'istante più emozionante che abbia vissuto nella mia vita. Non sapevo cosa mi fosse successo. Questo era un semplice maledetto incontro di lavoro con una persona che avrebbe avuto il potere della vita o della morte sul mio lavoro, e mi stavo comportando come un adolescente innamorato. Il mio respiro divenne un po’ 'affannoso. Ero perso nei suoi occhi, tenendole la mano. Peg...

L'Amico Di Mio Figlio

L'Amico Di Mio Figlio di

Ero in piedi di fronte al soffione coperto di sapone, shampoo nei capelli, quando sentii una folata d'aria. Qualcuno aveva aperto la porta del bagno. Qualcuno era in bagno! Ho sentito la tenda della doccia che si è aperta. Non ho nemmeno avuto il tempo di girarmi. All'improvviso sono stata bloccata contro il lato della doccia da due mani potenti. La mia testa era rivolta verso il muro. Ho appen...