Il Buco Della Gloria

Aveva già scartato due dei modelli offerti. Quello che mostrava le catene che scendevano dal perineo sulle natiche di una donna alla vita appariva sciocco e scomodo. E l'altro, che aveva un solo cavo metallico che correva dalla stessa zona al centro del suo didietro, sembrava il tanga dell'inferno. Quindi quelli non avevano alcun appello.

"Ma questo," pensò, "sembra il vero affare." Stava guardando l'immagine della cintura di castità che aveva il cinturino nel cavallo e nell'apertura dell'ano. Aveva persino uno scudo anale che poteva essere bloccato, aggiungendo delle fessure nelle quali poteva bloccare i dildo anali o vaginali. Il solo pensiero di andare in giro con la cintura in modo sicuro, costringendo quegli oggetti in profondità nei suoi buchi la fece rabbrividire con anticipazione. C'era un'altra opzione progettuale da prendere in considerazione, ovvero il modo in cui la sua area frontale sarebbe stata normalmente coperta. C'era qualcosa di attraente nell'avere una griglia, piuttosto che una semplice fessura, lì. Sapeva che avrebbe dovuto lavare quella griglia stando in piedi nella vasca, spruzzandola con acqua ogni volta che finiva di urinare. Il brivido di una tale umiliazione le fece fremere le dita dei piedi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Monica Scott

Lusso & Sesso

Lusso & Sesso di Monica Scott

Il ragazzo si voltò per vedere cosa stesse succedendo proprio quando un pugno lo colpì in pieno viso, facendolo cadere a terra. Si voltò per vedere tutti e tre i ragazzi crollare a terra, storditi e sanguinanti. Un grande uomo si stagliò in piedi sopra il capo, sembrava arrabbiato. Si accovacciò e, tirando fuori il coltello dalla tasca del ragazzo, lo premette contro il suo collo. "Se mai ...

In Balìa Di Demetra: Perso nella lussuria

In Balìa Di Demetra: Perso nella lussuria di Monica Scott

Mi ha sorriso quando sono entrato. "Ti piace?" Mi sono guardato di nuovo intorno ed ho sorriso. "Lo adoro." "Non stavo parlando dell'arte". Il suo sorriso si ridusse ad un ghigno. Indossava un lungo abito nero e un gilet color oro brunito. Allentato in alto, per rivelare la sua pelle e il décolleté mentre si voltava. Stretto com’era, il vestito seguiva le curve delle sue gambe rivelate dal ...

Legata

Legata di Monica Scott

All'inizio pensò che il suono che udiva debolmente fosse solo il vento, ma poi si rese conto che il sibilo ritmato era troppo forte e regolare per essere la brezza. Il suono era punteggiato da morbidi piagnucolii. Senza nemmeno pensare a come era vestita, si ritrovò sull'erba, camminando verso il cortile del vicino e alla finestra aperta. Le zolle erano appena state posate nel nuovo cortile, ...

La Scorciatoia

La Scorciatoia di Monica Scott

Lentamente il mio cervello stava iniziando ad elaborare di nuovo le cose. Ero appesa al soffitto ad alcune catene e manette nelle mani, ed il metallo attorno ai miei polsi stava tagliando terribilmente. Era molto più alta di me, probabilmente più vicina al metro e settanta rispetto al mio metro e cinquantadue, quindi mi aveva messa in piedi abbastanza in alto da dovermi mettere mezza sulla ...

Ti Troverò

Ti Troverò di Monica Scott

Elisabetta serrò i denti. Avendo un certo temperamento per una ragazza così piccola, la sua paura fu presto oscurata dalla rabbia. Enrico stava pianificando di rovinarle la vita, portarle via la libertà e tutto ciò che aveva imparato a conoscere e ad amare. E lei stava ovviamente guardando un assalto sessuale umiliante prolungato. Poteva svegliare tutto ciò che voleva, e il suo corpo poteva ...

Sottomesso

Sottomesso di Monica Scott

Spostandosi verso il lato dell'uomo, lei accarezzò con noncuranza il frustino da cavallo sul suo corpo sotto le sue braccia legate, dove la carne era tenera. Solo un promemoria che lei era lì, ed aveva il controllo. Con un piccolo sorriso raggiunse la catena attaccata alle pinze sui capezzoli e aggiunse un altro gancio di metallo pesante. Il peso aggiunto fece sì che i capezzoli si ...