la nave

Compra su Amazon

la nave
Autore
Lucio Mencatelli
Pubblicazione
26 giugno 2015
Categorie
Il filo che divide il Bene dal Male è sottile. Ogni giorno affrontiamo quel filo e prendiamo decisioni che possono provocare dolore o gioia, speranza o sconforto. Negli altri e in noi stessi.Ma quali che siano le conseguenze di quelle decisioni, abbiamo sempre la possibilità di redimerci, di perdonare e di farci perdonare

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di lucio mencatelli

un mondo migliore

un mondo migliore di

Avidità, arroganza, sopraffazione. E' un mondo senza speranza, o può essere un Mondo Migliore ? Ho cercato di rispondere a questa domanda , a me stesso prima che agli altri, attraverso un racconto

l'arcade

l'arcade di

Il protagonista è un illustre poeta nativo della mia terra ,Fivizzano.Un poeta romantico, come lo sono i suoi tempi.Ho voluto, con la massima umiltà, rendergli omaggio, approfondendo la conoscenza della sua vita.Ed è una vita per cui non è necessario inventare qualcosa per renderla "romanzo" : è già romanzo in sè.

MALASPINA: UNA STORIA DI MORTE E DI VITA

MALASPINA: UNA STORIA DI MORTE E DI VITA di

Il contenuto testuale è quasi analogo a quello di un altro mio libro ("MALA SPINA"). Medesimi sono i drammi descritti, medesime sono le conclusioni e le riflessioni. Ho voluto pubblicare questa nuova formulazione onde arricchirne il significato e, spero, il piacere di leggerlo e ciò, attraverso fotografie che ricostruiscono luoghi , vicende e personaggi di quei tempi terribili e lontani (ma,...

l'ordine

l'ordine di

Dalla finestra poteva osservare lo spaventoso manto di nubi, che, laggiù, premeva sull’orizzonte ormai sopraffatto. Presto sarebbe arrivata : niente e nessuno avrebbe fermato la tempesta. Il lago, grigio e tremante, sarebbe stato tra non molto preda del vento gelido. Ne avrebbe percosso senza pietà la superficie. E onde spumeggianti si sarebbero infrante sulle rive. Gabbiani e corvi stavano...

il ciclista

il ciclista di

Era riverso, il corpo raggomitolato, quasi a proteggersi dal gelido abbraccio della morte. Il viso coperto di sangue. L’asfalto, intorno a sé, ruvido e implacabile, era vermiglio, come altare di una offerta sacrificale al Dio degli eroi. Le prime vetture di soccorso arrivarono dopo pochi minuti, mentre, ai lati, scorreva, ad altissima velocità, il grosso dei corridori , come un esercito di...

l'acqua

l'acqua di

C'è qualcosa che non funziona , nel nostro buon vecchio Mondo ? Spesso, con gli amici e i conoscenti, scambiamo battute usuali, tipo "non ci sono più le mezze stagioni",oppure "le estati e gli inverni non sono più quelli di una volta". Banalità, vero ? Sì, forse sono banalità. O forse non lo sono.