La cucina del delitto

Compra su Amazon

La cucina del delitto
Autore
Floreana Nativo
Editore
Panda Edizioni
Pubblicazione
20 ottobre 2016
Categorie
Il manoscritto ha la struttura di un reality televisivo che sfrutta un concorso indetto dalla RAI per giovani scrittori emergenti che dovranno presentare dei racconti in cui è anche protagonista il cibo.
I racconti vincitori faranno da base per delle serate in cui lo chef di un famoso ristorante presenterà un menù ispirato ai tre racconti di turno scelti dalla giuria.
Tutto semplice, ma a questo punto s’innesta il gioco delle rivalità tra grandi cuochi, la ricerca della visibilità, la notorietà e la kermesse che c’è dietro le quinte di questo grande spettacolo gastronomico trasmesso in diretta televisiva: amori, antichi rancori e odi.
Qualcuno trama nell’ombra perché la vendetta è un piatto che va gustato a freddo, e spesso la finzione televisiva sfuma nella realtà della vita.
La preparazione attenta e accurata è la caratteristica che accomuna il grande cuoco al criminale così seguendo lo svolgersi di un intero menù incontreremo storie e pietanze molto particolari.
Il cibo è visto da diverse angolazioni: l’eccesso, la privazione, il godimento e… il diventare da cacciatore a preda. Alla fine del libro le quindici ricette realizzate dai sei cuochi.
Buon Appetito!

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Floreana Nativo

La Materia in Nero dei Tarocchi

La Materia in Nero dei Tarocchi di

Avventura, alchimia e tarocchi s’intrecciano nel corso della storia che vede i protagonisti muoversi da Parigi, Venezia e Ferrara per convergere ad Agrigento alla ricerca di un misterioso libro custodito nella biblioteca Lucchesiana della città. Sono coppie di personaggi che rappresentano, più o meno inconsciamente, le figure di alcuni mazzi di Tarocchi: Marsigliese, Antichi Condottieri ed Ette...

Superstizione. Tra malasorte, ragione, sorte e paura

Superstizione. Tra malasorte, ragione, sorte e paura di

La superstizione. Tra malasorte, ragione, sorte e paura: "Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male." (Eduardo De Filippo). Partendo da questo concetto, l'autrice cerca di vagliare le cause per cui, sin dalla nascita dell'uomo, alcuni colori, pietre, piante, parole, azioni siano oggetto di credenze popolari che li caricano di potenza negativa o positiva. Credenze che cambia...

I Benandanti: Una storia senza tempo

I Benandanti: Una storia senza tempo di

I fili della vita s’intrecciano. A volte riusciamo a tenere in mano la situazione, a volte è il destino che ci fa precipitare in avventure che il nostro inconscio paventa.Le vie del sogno sono infinite. Possiamo partire dalla città magica per eccellenza “Praga” e, seguendo il filo che si dipana, giungere a Cividale passando da Roma.Ci sono cose della nostra infanzia che si nascondono per poi ri...