Signorina Else

“‘Sei bellissima, avrei una gran voglia di farti la corte.’ ‘Paul, ti dispenso da questa fatica! Mi offri una sigaretta?’”

“Nei singoli uomini non si è verificata la benché minima trasformazione, non è accaduto altro se non che diverse inibizioni sono state spazzate via e che ogni specie di mascalzonate e furfanterie possono essere commesse oggi con un rischio relativamente minore, in ogni senso sia morale che materiale, di quanto non accadeva in passato. Inoltre si parla un po’ più di cibo e di denaro.” Così Arthur Schnitzler descriveva, nel 1924, la sua epoca, difendendo Signorina Else dalle critiche di coloro che la consideravano un’opera appartenente a un mondo “finito e sorpassato”. In realtà, la vicenda della giovane donna, ospite della zia nel Grand Hotel di San Martino di Castrozza, che per salvare il padre dalla rovina economica deve mostrarsi nuda a un vecchio conoscente, è quanto mai sintomatica della lotta della dignità umana contro il potere del denaro. Ma soprattutto, in questo monologo-delirio interiore, Schnitzler raggiunge i vertici della sua creazione artistica cadenzando, come in uno degli ultimi quartetti di Beethoven, il progressivo scivolamento dalla disperazione, al sonno, alla morte.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Arthur Schnitzler

Fuga nelle tenebre (Piccola biblioteca Adelphi)

Fuga nelle tenebre (Piccola biblioteca Adelphi) di Arthur Schnitzler Adelphi

Nella "Fuga nelle tenebre", che fu pubblicata nel 1931, poco prima della morte dell’autore (ma la stesura originaria è degli anni 1912-1917), Schnitzler raggiunge la massima intensità di narratore. La storia è quella della graduale, consequenziale germinazione di un delirio. Qui il racconto non è, come sempre in Schnitzler, cosparso di accenni al fondo oscuro della psiche, ma in certo modo ...

La signorina Else

La signorina Else di Arthur Schnitzler Rusconi Libri

L’opera raccoglie i pensieri più profondi della giovane Else, costretta a vendere il suo corpo per salvare la famiglia dal disastro economico. Il lettore, pagina dopo pagina, entra in empatia con la bella Else che, dilaniata da senso di colpa, rimorso e vergogna sarà la protagonista di un drammatico epilogo.

La signorina Else

La signorina Else di Arthur Schnitzler Edizioni Clandestine

Else, una splendida diciannovenne, figlia di un illustre avvocato, si ritiene destinata a un matrimonio agiato e a una vita spensierata. La scoperta che il padre, a seguito di un investimento illecito finito male, rischia non solo la rovina, ma perfino la galera, fa crollare miseramente i suoi sogni. Solo lei, secondo quanto le rivela la madre, può riuscire a salvarlo, intercedendo per lui con ...

Morire

Morire di Arthur Schnitzler Edizioni Clandestine

In questo romanzo breve pubblicato nel 1895, Schnitzler descrive l’ultimo anno di vita di Felix, affetto da un male incurabile. Marie, la fidanzata, incapace di affrontare una perdita che diviene giorno dopo giorno sempre più imminente, giurando che la sua vita non avrebbe senso senza di lui, promette all’amato, quando giungerà il momento, di darsi la morte, accompagnandolo nel suo ultimo ...

Fuga nelle tenebre

Fuga nelle tenebre di Arthur Schnitzler Edizioni Clandestine

Fuga nelle tenebre, pubblicato nel 1931, narra la storia del graduale, germogliare di un delirio. Robert, alto funzionario di un ministero, dopo la morte della moglie, precipita in un vortice di angoscia e ossessioni. Allontanatosi per sei mesi dalla sua città su consiglio del medico, vi fa ritorno convinto di essere guarito. In realtà, un inesorabile regresso mentale lo fa precipitare sempre ...

A. Schnitzler. Il ritorno di Casanova (RLI CLASSICI)

A. Schnitzler. Il ritorno di Casanova (RLI CLASSICI) di Arthur Schnitzler

Scarica un estratto GRATIS e inizia a leggere subito! Questo ebook ha: INDICE LINKATO. Sono trascorsi diciotto anni dalla rocambolesca evasione dai Piombi di Venezia e Casanova non è più il giovane amante, il ricco cavaliere il cui nome è preceduto ovunque dalla propria fama. Casanova adesso sogna di tornare nell’amata patria e l’occasione si presenta malvagia: gli è concessa protezione e ...