La rivoluzione ungherese del 1956 e l'Italia

Compra su Amazon

La rivoluzione ungherese del 1956 e l'Italia
Autore
AA.VV.
Editore
Rubbettino Editore
Pubblicazione
22/01/2018
Categorie
Il volume raccoglie i testi delle relazioni tenute al congresso internazionale «La Rivoluzione ungherese del 1956 e l’Italia», organizzato dall’Accademia d’Ungheria in Roma. In apertura figurano due saggi incentrati su due aspetti dell’incontro della società italiana con il 1956 ungherese. La seconda sezione del volume indaga le discussioni che si accesero all’interno del Partito comunista italiano e nell’ambiente degli intellettuali di sinistra in seguito alla rivolta d’Ungheria. Nella terza sezione degli atti hanno trovato collocazione due analisi dell’influsso esercitato dalla rivoluzione del 1956 sulle strategie di politica estera del governo italiano e della Santa Sede. I due saggi che chiudono il volume analizzano il posto occupato dalla rivoluzione nella memoria storica e culturale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di AA.VV.

La Civiltà Cattolica n. 4045

La Civiltà Cattolica n. 4045 di

Nel quaderno numero 4045: il Messaggio di papa Francesco per la Giornata della Pace; Dialogo interreligioso in Asia. Il passato ci indica le chiavi per il futuro. Perché crediamo nel binomio Soldi e felicità? Ritrovare il senso del tempo. Il pensiero di Byung-Chul Han. Il punto (sulla politica). Tornare a essere popolari. 7 parole per il 2019Amazzonia e diritti umani. Verso il Sinodo sull'ecol...

La vita vista da qui: Dieci storie di resistenza e sopravvivenza (con un racconto di Sara Rattaro) (I minolli)

La vita vista da qui: Dieci storie di resistenza e sopravvivenza (con un racconto di Sara Rattaro) (I minolli) di

La vita vista da qui parla della meraviglia del sopravvivere in tutte le sue forme: a una catastrofe, a un cambiamento improvviso, a volte a se stessi. Porta inevitabilmente a parlare della vita, delle sue difficoltà e del coraggio che è capace di tirarci fuori, di quello che scopriamo di essere cercando ogni mezzo per andare avanti, ma si lega anche al tema del sacrificio, obbligandoci a perde...

Racconti di Natale (Einaudi tascabili. Biblioteca Vol. 7)

Racconti di Natale (Einaudi tascabili. Biblioteca Vol. 7) di

Chi l'ha detto che il Natale deve essere noioso, edificante, sdolcinato? Oltre al classico «bianco Natal» ne esistono di gialli, di neri, di rosa, di blu: Natali esilaranti e Natali scioccanti, Natali che dànno i brividi e Natali che mettono pace, Natali cinici, poetici, svagati, smagati. Natali inaspettati.

Nero Natale (Einaudi tascabili. Biblioteca Vol. 44)

Nero Natale (Einaudi tascabili. Biblioteca Vol. 44) di

Nero Natale metterà sotto il vostro albero nove racconti esemplari - dal giallo al thriller, dalla commedia nera al grottesco macabro - in cui i doni saranno rappresentati da furti e omicidi, crimini efferati e strani misteri, che renderanno l'attesa ancora piú ricca di suspense.

Intellettuali ebrei italiani del XX secolo

Intellettuali ebrei italiani del XX secolo di

Seppur non tutti gli intellettuali ebrei italiani qui studiati si richiamarono culturalmente alla tradizione ebraica, i saggi raccolti mostrano con chiarezza come l’elemento ebraico fu, in modi molto differenti, per tutti loro imprescindibile. Nelle personalità presentate si riflettono difatti i temi e i destini degli ebrei italiani sotto il fascismo.

Lettere tra Paolo Giordano Orsini e Isabella de' Medici (1556-1576): In appendice lettere a Isabella dai fratelli, da sovrani, principi, ambasciatori e altri

Lettere tra Paolo Giordano Orsini e Isabella de' Medici (1556-1576): In appendice lettere a Isabella dai fratelli, da sovrani, principi, ambasciatori e altri di

Collana CARTE SCOPERTE nuova serie n. 1,dell'Archivio Storico Capitolino diretta da Claudio Parisi PresicceL'Archivio Storico Capitolino conserva tra i suoi fondi più importanti quello della famiglia Orsini (XII-XIX sec.). Durante il lavoro di riordinamento sono emerse più di cinquecento lettere scambiate tra Paolo Giordano Orsini I duca di Bracciano (1541-1585) e sua moglie Isabella de' Medic...