Sexy Sabrina

Il maestro la circondò, il suo frustino nella mano. Le vide le natiche contrarsi mentre cercava di guardarsi alle spalle, timorosa di quello che sarebbe successo. Continuò nella sua perlustrazione visiva e, mentre si trovava di fronte a lei, bevve ancora una volta la vista di lei. Questa volta aveva un'aria di sfida, anche se poteva ancora vedere la paura nei suoi occhi. Un'improvvisa ondata di rabbia lo travolse e la fece girare. Con un fruscio, il suo frustino da cavallo entrò in contatto con la pelle morbida del suo didietro. Sabrina trasse un profondo respiro e si morse un labbro, cercando disperatamente di non urlare.
Si girò di nuovo, colpendo l'altra natica, questa volta Sabrina non riuscì a fermarsi e urlò ad alta voce, implorandolo di fermarsi. Il maestro non era ancora pronto a fermarsi. Strisciando verso il cappotto, tolse il fazzoletto dalla tasca e lo piegò in diagonale, poi tornò indietro attraverso il pavimento del soppalco fino a Sabrina.
"Apri la bocca", ha chiesto. Sabrina si scosse e singhiozzò. "APRI LA TUA BOCCA” disse di nuovo ad alta voce. Ancora piangendo, aprì la bocca, inserì il fazzoletto e lo allacciò dietro la nuca.
"Ora puoi urlare quanto ti piace." Sabrina continuava a piangere, chiudendo gli occhi e pregando che finisse presto. Il maestro la colpì ancora e ancora, sempre più forte, ogni colpo che li faceva gemere entrambi, per ragioni diverse. A dieci colpi si fermò ansimando.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Monica Scott

Una Lunga Estate Calda

Una Lunga Estate Calda di Monica Scott

I suoi occhi si illuminarono e il sorriso tornò sulle sue labbra. "Oh veramente?" Alzai gli occhi al cielo e non potei fare a meno di sorridere. "Sì, davvero, ma sono un po’sposata, Andrea." Mi appoggiai contro la panca e cercai di immaginare Lorenzo. Il senso di colpa mi attraversò e mi sentii un po’imbarazzata. "Lo amo, voglio dire, lo ami anche tu, a modo tuo, è incredibile, merita molto ...

Solo Per I Soldi

Solo Per I Soldi di Monica Scott

Il suo stomaco si strinse, rendendosi conto che gli stava dando abbastanza spettacolo, con i seni scoperti. Ha maledetto il marito per aver scelto il merletto puro che le copriva a malapena i fianchi. Finendo di sistemare il lato opposto del letto, non ebbe altra scelta se non quella di spostarsi di lato dove si trovava ora. Sostenuto dalla sedia a rotelle speciale, il vecchio si stava ...

Uno Sconosciuto Per Te

Uno Sconosciuto Per Te di Monica Scott

Ero abituata ad avere il controllo sessuale e talvolta ero anche un po’predatrice. Ero una flirtatrice nata e non mi piaceva niente altro che qualcuno che avrebbe flirtato con me. Anche a me non piaceva essere da meno. Se ciò significava stuzzicare - forse fare un po’di gioco pesante, tanto meglio. Ma ho quasi sempre sentito di avere il controllo. Molto raramente mi ero ritrovata ad uscire ...

La Sexy Accusa

La Sexy Accusa di Monica Scott

Una donna nei guai utilizza le armi che ha per difendersi...ma non sempre funzionano. "Era sdraiata sul mio letto. Nuda. Guardandomi mentre uscivo dal bagno. " " Avanti, Stefano. " " Mi sorrise e scese dal letto. Si avvicinò a me e mi gettò le braccia al collo, poi allungò la mano e mi diede un bacio lungo e profondo. Mi ha detto che le ero mancato. " " Cos'altro ti ha detto, Stefano? " " ...

Non Ti Lascerò Andare Mai

Non Ti Lascerò Andare Mai di Monica Scott

La mia voce era tesa, suonava ruvida. E in quel momento, quando vidi come i suoi occhi erano lucidi dal pianto, vidi il dubbio nel profondo quando il fulmine balenò dietro di me, sapevo che stavo attraversando il punto di non ritorno. La sua disperazione è stata la mia rovina. Rilasciai una mano e la sollevai per tenere ancora il suo mento. Inspirò bruscamente, le sue labbra si aprirono appena...

La Donna Dei Sogni

La Donna Dei Sogni di Monica Scott

Una ragazza, come sempre, attirò la sua attenzione. Non riusciva a ricordare il suo nome. Penelope qualcosa, pensò. Era spettacolare. Era la più giovane di tutti i dirigenti e più giovane di molti segretari. Sembrava che cercasse di proiettare un'immagine altera a causa di ciò. Era estremamente formosa e sebbene fosse molto attenta ad indossare abiti molto severi, non riuscivano a nascondere la...