Fuochi di bivacco

Compra su Amazon

Fuochi di bivacco
Autore
Alfredo Oriani
Editore
Vecchie Letture
Pubblicazione
2 agosto 2015
Categorie
È una raccolta postuma di suoi articoli apparsa su vari giornali.

Dal 1898 Oriani iniziò una regolare attività giornalistica, un’attività non appieno apprezzata dallo stesso scrittore, ma necessaria a causa delle pressanti esigenze economiche. Suoi articoli apparvero nel “Giorno”, “L’Alba”, il “Corriere della Sera”, “La Stampa”, il “Giornale d’Italia”, “La grande Italia”, ma, per quanto ricercato e ben retribuito, la collaborazione non fu facile dato Oriani non accettava il minimo cambiamento nei testi che inviava alle redazioni.
Tra gli scritti più antichi di questo volume, I falsari della volontà" apparvero per la prima volta nel giornale « Il Giorno », e La battaglia religiosa, I ribelli della fede ne « La Stampa »; un gruppo di scritti del 1900 uscirono ne « L’Alba » (Il cavaliere, i tre del gruppo Tragedia Regale, e Nel fuoco); alcuni altri del 1904 (I deicidi, Zanardelli, Il ministro, Fit via vi) videro invece la luce ne « L’Attualità »; ma tutti i rimanenti, i più, fino al 1905, sono articoli del «Resto del Carlino». Gli ultimi, dal 1907 al 1909, furono dapprima pubblicati nel «Giornale d'Italia» (Gallia victa. Il gigante plebeo, Il prigioniero, Il duello, I cattolici alla camera, Finalmente, La terza prova, L’ultimo, Verità nazionale) e L'appello ne «La grande Italia ». Il prologo Diana è inedito.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Alfredo Oriani

Vortice

Vortice di

Un’approfondita indagine che esamina con perfetta lucidità le ultime ventiquattro ore di un uomo sconvolto che, dopo aver ricevuto un’ingiustizia, decide di togliersi la vita. Tutto gira attorno a una cambiale falsa depositata nel tribunale di una cittadina romagnola. Davanti all’impossibilità di trovare una soluzione, crescono l’angoscia, gli incubi e la disperazione per l’indifferenza degli a...

Il Nemico, vol. II (of 2) (Il Nemico Series)

Il Nemico, vol. II (of 2) (Il Nemico Series) di

Example in this ebook PARTE SECONDA I. Quando giunsero al castello di Ourikow, a cent'ottanta verste da Mosca, era circa mezzogiorno. Per la vasta campagna la neve si stendeva alta e bianca, senza che una sola ondulazione del terreno potesse un istante arrestare lo sguardo. Avevano viaggiato tre giorni su quel bianco, sotto un cielo plumbeo, tormentati da un vento leggero, che sferzava loro la...

Il Nemico, vol. I (of 2) (Il Nemico Series 1)

Il Nemico, vol. I (of 2) (Il Nemico Series 1) di

Example in this ebook PARTE PRIMA I. — Perchè? esclamarono simultaneamente, a voce bassa, Andrea Petrovitch Khartof e Fedor Vassilich Karatajeff. — Perchè? rispose rattenendosi un istante e gettando sui due interruttori uno sguardo, dentro al quale passò come una luce bianca, Boris Romanovitch Slotkin: perchè? Vi è forse sempre un perchè? Si può saperlo? Perchè tocca a noi questa grande batta...

No: Romanzo (Italian Language) (Interesting Ebooks)

No: Romanzo (Italian Language) (Interesting Ebooks) di

Example in this ebook I. —Il dottore era questa notte colla Giovanna,—disse la Ghita. Ida non si mosse. —Ci vuole proprio il coraggio di un dottore; già, sono come i beccai, che ammazzano i vivi e sparano i morti. Anche sabato lo incontrai, che ritornava dal camposanto; aveva aperto Tonio. Erano dietro il vicolo dei Cappuccini: la ho riconosciuta, deve essere in ultimo. In quella un magnifico...

Vortice e altri romanzi

Vortice e altri romanzi di

Gramsci definisce Alfredo Oriani “il rappresentante più onesto e appassionato per la grandezza nazionale-popolare italiana fra gli intellettuali della vecchia generazione” ma, nel complesso, il suo giudizio è piuttosto severo: “era un velleitario, sempre scontento di tutti perché nessuno riconosceva il suo genio”.Al di là del genio incompreso, spentosi pochi mesi dopo che Croce aveva espresso u...

Fino a Dogali

Fino a Dogali di

La storia di un giovane artigliere di fanteria che si troverà ad affrontare una delle pagine più atroci della storia nazionale. La battaglia di Dogali, del 26 Gennaio 1887, fu difatti la notizia più devastante che percorse il Paese dall'Unità d'Italia.Alfredo Oriani (Faenza, 22 agosto 1852 – Casola Valsenio, 18 ottobre 1909) è stato uno scrittore, storico e poeta italiano.