L'uomo che volle essere re (I corti di Alphaville)

Pubblicato per la prima volta nel 1888 nella raccolta The phantom rickshaw and other eerie tales, L’uomo che volle essere re racconta la storia di due inglesi che dopo alterne fortune e una vita di espedienti trascorsa nell’India britannica cercano di ritagliarsi in maniera avventurosa un proprio regno personale nel Kafiristan (l’odierno Nuristan), una remota e isolata regione dell’Afghanistan nordorientale confinante con l’attuale Pakistan.
Per la vicenda Kipling trasse ispirazione dalle imprese compiute da due avventurieri dell’Ottocento: James Brooke, un inglese nato in India che nel 1842 riuscì a farsi nominare dal sultano del Brunei ragià del Sarawak nel Borneo, e l’americano Josiah Harlan (1799-1871), che, dopo aver prestato servizio come chirurgo nell’esercito della Compagnia delle Indie orientali, tra il 1828 e il 1841 visse una vita di avventure a cavallo tra il Punjab, il Gujarat e l’Afghanistan servendo vari signori locali e riuscendo infine a ottenere, tra le altre cose, il titolo di principe di Ghor, una regione dell’Afghanistan centrale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Rudyard Kipling

Kim (Gli Adelphi)

Kim (Gli Adelphi) di

Orfano di un sergente irlandese, cresciuto come un monello indiano nei vicoli di Lahore, Kimball O’Hara «non faceva niente, e con enorme successo». La sua avventura, che si snoda sotto la protezione del lama Teshoo e del mercante di cavalli Mahbub Ali, ci conduce attraverso pianure e montagne, dall’afrore dei bazar ai climi rarefatti delle lamasserie tibetane alle pendici dello Himalaya, fra tr...

"They" / "Loro" (Short Stories)

"They" / "Loro" (Short Stories) di

La versione ebook della fortunata collana Short Stories permette al lettore un'inedita esperienza di lettura, passando dal testo in lingua originale al testo in italiano in un rapido click e ascoltando il racconto audio in inglese, disponibile in streaming gratuito sul sito short-stories. L'opera è arricchita da note sui termini ed espressioni idiomatiche. In un pomeriggio estivo un uomo si lan...

I libri della Giungla: e altri racconti di animali (Einaudi tascabili. Biblioteca)

I libri della Giungla: e altri racconti di animali (Einaudi tascabili. Biblioteca) di

Gli animali aprono davanti all'uomo una profondità che attira e imbarazza, che rimanda a luoghi o meccanismi della nostra psiche spesso dimenticati, se non rimossi. Piú di ogni altro, Kipling è lo scrittore che ha cercato, con curiosità e dedizione, di spiare nelle bestie questi mondi sommersi, e lo ha fatto creando l'universo epico-leggendario dei Libri della Giungla , scrivendo incantevoli f...

Con il postale della notte: 18 (Biblioteca di Alphaville)

Con il postale della notte: 18 (Biblioteca di Alphaville) di

Con il postale della notte (With the night mail) è il primo dei due racconti lunghi (il secondo è "As easy as ABC", del 1912) di science fiction – meglio sarebbe definirli come appartenenti al genere del scientific romance anglosassone – scritti da Rudyard Kipling (1865-1936) e ambientati in un ipotetico XXI secolo, un mondo del futuro in cui l'intero sistema dei trasporti merci e passegger...

Racconti semplici dalle colline (Ennesima)

Racconti semplici dalle colline (Ennesima) di

Un'India incantata ma non per questo meno realistica contorna le cose, le persone, i protagonisti di questi racconti di Kipling. Sono storie semplici di personaggi persi nelle remote terre di una lontana provincia dell'Impero. Ma ecco che nella staticità dell'apparenza di una vita che scorre tranquilla, l'incantesimo si rompe e la violenza sanguigna del destino erutta e sconvolge.

Kim, I Libri della giungla, Racconti dall'India (Radici)

Kim, I Libri della giungla, Racconti dall'India (Radici) di

Leggere Kipling è un po’ come immaginarsi sotto una palma di noci di cocco a guardare la frenetica vita dell’India, dei suoi vicoli e dei bazar con gli odori forti delle spezie e i colori sgargianti delle vesti. Quella che descrive è l’India che conobbe da bambino e poi da uomo: una terra dai mille contrasti, divisa tra la grandezza dell’Impero e la povertà della sua gente, dall’impossibilità ...