L'Educatore

Venerdì 18 giugno l'ho chiamato. Gli ho detto cosa avevo programmato e quale risultato gli ho assicurato che avrebbe avuto. Sua moglie non avrebbe mai più speso più di mille euro al mese senza il suo permesso, non l'avrebbe mai più tormentato per i soldi, sarebbe tornata ad essere la donna sottomessa che era quando si erano sposati.
Gli piaceva quello che gli avevo promesso e mi ha chiesto come avremmo iniziato. Gli ho detto di chiamarla e farle sapere che come bonus le era stata regalata una crociera di due settimane per due su uno yacht privato, a partire da venerdì prossimo. Doveva dirle che la crociera era lungo il Mediterraneo. Poi, il venerdì designato, dovevano arrivare ad uno scalo e sarebbero stati accolti a bordo di uno yacht immenso. Li avrei condotti in tour sullo yacht e lui ad un certo punto avrebbe dovuto scusarsi dicendo che aveva bisogno di usare il bagno e invece avrebbe dovuto uscire dallo yacht. Quando saremmo tornati sul ponte saremmo stati al sicuro fuori dal porto ed in mare. Due settimane dopo saremmo tornati e la sua terapia sarebbe stata completata.
Mi ha chiesto "Cosa le farai per quelle due settimane?" No, aspetta. Non voglio veramente saperlo. Voglio solo che il problema sia risolto. Bruno dice che sei grande, mi fido di lui, quindi ... solo fallo." Ha chiesto del costo complessivo e io gli ho dato la cifra. Non ha esitato nemmeno per un momento.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Cassandra Goren

Il Tuo Nuovo Ragazzo

Il Tuo Nuovo Ragazzo di Cassandra Goren

"Ti ho portato una cosa, signorina Callum." Lui sorrise e posò la borsa regalo sul tavolino. "Per favore, chiamami Stella." Gli sorrisi e lo ringraziai mentre prendevo la borsa, e mi avvicinai. Tirai fuori un bellissimo paio di scarpe con tacco alto. Sono sicura di essere rimasta scioccata mentre la mia bocca era aperta. Era un dono di natura più intima di quanto fosse appropriato. Mi sentii ...

Invisibile

Invisibile di Cassandra Goren

Cinque giorni e cinque notti al resort erano ragionevoli e convenienti. Laura prenotò un volo per domenica sera e stava compilando un assegno per tutto, quando la donna dietro la scrivania sospirò e disse: "Vorrei avere il coraggio di andare in un resort nudista". "Eh? Cosa?" Fu la risposta arguta di Laura. "Beh, dice abbigliamento opzionale ma significano la stessa cosa." Laura firmò l'...

Cornuto

Cornuto di Cassandra Goren

Abbiamo parlato a lungo ed è diventato chiaro che la causa alla base delle nostre pause regolari era la semplice frustrazione sessuale. Mi amava, ma questo era un problema serio per lei, il che significava che non potevamo avere futuro. Voleva che tornassimo insieme, ma aveva concluso che era finita; la natura accendi-spegni, accendi-spegni della nostra relazione era troppo dolorosa, per ...

L'Ape Regina

L'Ape Regina di Cassandra Goren

Risero insieme mentre Debra la aiutò a spogliarsi, mentre inciampava e cadeva sul morbido materasso. "Non pensavo di aver bevuto così tanto," sbottò Laura mentre Debra le strappava i jeans che indossava, tirando con sé le mutande. "Dio, sei così bella," sussurrò Debra, le sue dita che trascinavano le gambe nude dell'oggetto del suo desiderio. "Rilassati e lascia che mi prenda cura di te, bella...

Liquida Libidine

Liquida Libidine di Cassandra Goren

Alzati, mi dico. Appena alzata, fai un giro, continuo. Non devi guardarlo in faccia. Ma io voglio guardarlo in faccia. E realizzo qualcosa. Parte della ragione per cui non riesco a muovermi è la pressione sulla mia vescica. Pensavo davvero che sarei arrivata alla fine della sessione, ma dannazione ce la farei se non dovessi fare la pipì. Non volevo perdermi nulla. Questo di solito non è un ...

La Dissolutezza Dentro Di Me

La Dissolutezza Dentro Di Me di Cassandra Goren

La sua mano si avvicinò lentamente a lei come un serpente, convocandola, inducendola ad avvicinarsi, finché non le trovò la vita e la attirò a sé ed i loro corpi si toccarono ai lombi. Aveva sentito il suo pene duro sotto i pantaloni e aveva volontariamente appoggiato i fianchi contro di lui. Tutt'intorno, sentiva l'atmosfera sessualmente carica, le luci che irradiavano un incredibile calore ...