I migliori libri di Diari, lettere e giornali

Non Urbem sed Orbem: San Martino al Cimino: rilettura delle vicende storico-monumentali del complesso abbaziale e del borgo Pamphiliano

Non Urbem sed Orbem: San Martino al Cimino: rilettura delle vicende storico-monumentali del complesso abbaziale e del borgo Pamphiliano di Colombo Bastianelli

Una prima esaustiva storia dell’abbazia di San Martino fu data alle stampe agli inizi del Novecento dallo storico viterbese Pietro Egidi, nelle pagine della Rivista Benedettina. Ancora oggi, a più di un secolo, la pubblicazione si rivela essere un essenziale punto di partenza per ricostruire, attraverso anche fonti di archivio, le vicende del complesso monastico cimino, dalla sua fondazione ...

Non ti voglio perdere mai

Non ti voglio perdere mai di Vendita

Lettere mai scritte ad una ragazza per paura di non perderla. Quando l'amore ti sconvolge,ma lei ne ha paura

Autori e drammaturgie: Enciclopedia del teatro italiano contemporaneo

Autori e drammaturgie: Enciclopedia del teatro italiano contemporaneo di Enrico Bernard

Tutti gli autori del teatro italiano contemporaneo dal 1947 al 2017. Opere, date, scheda e profilo critico. Appendici sui generi dello spettacolo.

Un Moscerino stupefatto: Lettere d’amicizia. Traduzione di Mario Vitella. Introduzione e note di Tullio Motterle

Un Moscerino stupefatto: Lettere d’amicizia. Traduzione di Mario Vitella. Introduzione e note di Tullio Motterle di Jacques Maritain

Un fascio di lettere scritte tra l’aprile 1958 e il giugno 1973 documenta l’amicizia discreta ma intensa che si intrecciò tra don Giovanni Stecco, insegnante del seminario di Vicenza, e i Maritain, Raissa prima (due sole lettere), poi Jacques. Fu una piccola «grande» amicizia, accesa da un momento di entusiasmo di don Giovanni in seguito alla lettura di Les grandes amitiés di Raissa. Col tempo...

«La Carità è sempre un po’ eccessiva»: Con dieci lettere inedite al vescovo Giovanni Cazzani. A cura di Bruno Bignami. Prefazione di Gualtiero Sigismondi

«La Carità è sempre un po’ eccessiva»: Con dieci lettere inedite al vescovo Giovanni Cazzani. A cura di Bruno Bignami. Prefazione di Gualtiero Sigismondi di Primo Mazzolari

«Dio mi prenda e faccia di me, povero sacerdote, uno strumento della sua misericordia tra gli uomini». E’ il 3 settembre 1920 quando don Primo Mazzolari, con in mano il congedo da cappellano militare, si affida a monsignor Giovanni Cazzani (1867-1952), il vescovo di Cremona che attraversa quasi tutto l’arco del ministero sacerdotale del parroco di Bozzolo. Don Primo ha vissuto dall’interno il ...

L'ultimo viaggio (Biblioteca del Vascello)

L'ultimo viaggio (Biblioteca del Vascello) di Arthur e Isabelle Rimbaud

Le lettere di Arthur Rimbaud disegnano la mappa dei viaggi dell’ultimo decennio di vita del poeta nelle inospitali terre d’Arabia e d’Africa bagnate dal Mar Rosso, raccontano la sua vera “stagione all’inferno”. Lasciata la Francia per una promettente attività commerciale per quanto esposta ai fallimenti, questo “negoziante” (così Rimbaud diceva di sé), che misteriosamente aveva scelto il ...

La bacchetta di Toscanini: Storia del genio italiano che per rifiutare il Duce divenne americano

La bacchetta di Toscanini: Storia del genio italiano che per rifiutare il Duce divenne americano di Fabrizio Rizzi

Breve storia del genio di Parma, che per rifiutare il Duce divenne americano. Un ritratto del Maestro che si intreccia con la storia d'Italia: l'iniziale, illusoria adesione al fascismo, la subitanea disillusione. Tra gli attentati a Mussolini,e un'impossibile convivenza con il regime si consuma il dramma collettivo dell'Italia e quello personale del Maestro, che lascia la sua Patria per gli ...

A te facile

A te facile di Giuseppina Dinnina

Fu come dice lui con fermezza, ma è così! In contrasto con il mio ex, al momento del corteggiamento per me signore troppo romantico, il marito, che mi ha ricordato di torta zuccherino, Daniel mi ha ricordato pereperchenny bistecca con il sangue e vino rosso: bruciare, inebriante, e non può essere molto, ma tira.

Le donne guerriere nel poema cavalleresco del Rinascimento: Dalle amazzoni a Clorinda

Le donne guerriere nel poema cavalleresco del Rinascimento: Dalle amazzoni a Clorinda di Irene Manfredini

Questa tesi tratta la ricorrenza del topos delle donne guerriere attraverso alcuni dei maggiori autori di poemi cavallereschi del Rinascimento attraverso l'analisi di testi come: il Morgante di Pulci, l'Orlando Innamorato di Boiardo, il Furioso di Ariosto, l'Italia liberata dai Goti di Trissino, l'Amadigi di Bernardo Tasso e la Gerusalemme Liberata del figlio Torquato. Nel primo capitolo, ...

A proposito di Rousseau

A proposito di Rousseau di David Hume

Una delle pagine più belle della vita di David Hume è costituita dal suo soggiorno a Parigi, dopo la guerra dei Sette Anni. Ha accompagnato Lord Hertford, ambasciatore presso la corte di Francia, ricoprendo dapprima la carica di segretario d’ambasciata e poi, per alcuni mesi, quella di incaricato d’affari. Hume ha avuto una trionfale accoglienza da parte degli Enciclopedisti, in particolare da ...

Raccolta delle Lettere a Leonardo da Vinci custodite nel Castello Reale di Amboise: Leonardo 1516

Raccolta delle Lettere a Leonardo da Vinci custodite nel Castello Reale di Amboise: Leonardo 1516 di Marino Curnis

Nell’anno 2016 ebbe luogo la mia personale celebrazione di Leonardo da Vinci, nella ricorrenza dei cinquecento anni del suo trasferimento dall’Italia alla corte di Francia. Da viaggiatore quale sono e da estimatore del Maestro vinciano, non ebbi esitazioni a dar vita a “Leonardo 1516”, viaggio a piedi da Roma ad Amboise sulle orme di Leonardo da Vinci. “Leonardo 1516” si arricchì cammin facendo...

«Ti scrivo che ti amo»: 299 lettere d'amore italiane

«Ti scrivo che ti amo»: 299 lettere d'amore italiane di Aa. Vv.

«Dopo una serata tristissima e dopo una notte quasi insonne, sono uscito stamane di casa alle nove e sono andato a vedere se tra la posta di quell’ora ci fosse la lettera desiderata ed aspettata con una così terribile ansietà. Non c’era», scrive un disperato Gabriele D’Annunzio a Barbara Leoni, e continua: «Se alle cinque non arrivasse la lettera? Se io rimanessi tutto il giorno senza sapere ...

Pronto soccorso per scrittori esordienti

Pronto soccorso per scrittori esordienti di London Jack

Tornano in libreria i consigli di scrittura di un maestro della narrativa avventurosa: Jack London. «E poi lavorare. Scrivetelo in tutte maiuscole: lavorare. Lavorare in continuazione. Imparate a conoscere questo mondo, questo universo; questa energia e questa materia, e lo spirito che attraversando l’energia e la materia traluce dal magnete alla Divinità. E con tutto questo voglio dire ...

Lettere (Lezioni d'amore)

Lettere (Lezioni d'amore) di Abelardo ed Eloisa

Il filosofo Abelardo (1079-1142), pur fra le menti logiche più acute di tutto il medioevo, non era certo maestro nella logica d’amore e delle passioni. Nella corrispondenza amorosa con la sua giovane e intelligente allieva Eloisa, inviata in convento non appena la relazione cominciava a farsi pericolosa, risulta evidente che, nonostante fosse capace di accendere grandi passioni intellettuali ...

Lettere 1911-1951

Lettere 1911-1951 di Ludwig Wittgenstein

«Circa un mese fa di colpo mi sono sentito nello spirito giusto per fare filosofia. Ero assolutamente sicuro che non ne sarei mai più stato capace» scriveva Ludwig Wittgenstein a Norman Malcolm il 16 aprile 1951, pochi giorni prima di morire. Eppure, la passione filosofica non aveva mai smesso di accompagnarlo: lo testimonia in maniera eloquente questo volume, che attraverso un'ampia scelta ...

L'amore è il cuore di tutte le cose

L'amore è il cuore di tutte le cose di Vladimir Majakovskij

Il rapporto che legò per quindici anni Vladimir Majakovskij a Lili Brik e al marito di questa, Osip, è forse il più spregiudicato e radicale «tentativo amoroso» mai compiuto da un poeta, o, più semplicemente, da un uomo. Majakovskij conobbe Lili il 7 maggio 1915 e non tardò a innamorarsene; ma Lili, una donna di grande fascino e carattere, sorella di quell'Elsa Triolet alla quale un altro poeta...

Conversazioni e ricordi

Conversazioni e ricordi di Ludwig Wittgenstein

Che cos’è una «vita filosofica»? Nel caso di un filosofo come Wittgenstein, che in uno dei testi qui tradotti per la prima volta, dichiara di «volere essere perfetto», questa domanda acquista un’urgenza particolare. Il libro raccoglie alcune delle più importanti testimonianze di prima mano sull’uomo Wittgenstein: le conversazioni con Drury, i ricordi della sorella Hermine, dell’amica Fania ...

coro da l'acqua: per voce sola (i miosotìs Vol. 13)

coro da l'acqua: per voce sola (i miosotìs Vol. 13) di Tommaso Ottonieri

«Immagino di aver iniziato a comporre credibilmente testo, quando ho cominciato a ‘vedere’, nel suo concreto, l’acqua. Trascorrevo magnetici minuti interminabili a provare ad accogliere in me (comprendere, solo in questo senso etimologico) il senso dello scorrere e del frangersi, la forma delle correnti più ancora che delle onde, l’immagine (impossibile) della fluidità, la vertigine stessa di ...

Mostri, belve, animali, creature nell'immaginario di Dante: Collana "CAMMINANDO CON DANTE"

Mostri, belve, animali, creature nell'immaginario di Dante: Collana "CAMMINANDO CON DANTE" di Laura De Angelis

Il saggio affronta il tema dell'immaginario dantesco attraverso l'analisi delle creature mirabili che compaiono nella Commedia. Mostra come la manipolazione dei corpi e dello spazio nel poema sia funzionale alla rappresentazione visiva del dualismo bene/male. Tant'è che, man mano che Dante procede nel suo viaggio, lo spazio e le anime perdono progressivamente di fisicità, dissolvendosi, e ...

Elegia di Madonna Fiammetta (Maree)

Elegia di Madonna Fiammetta (Maree) di Giovanni Boccaccio

Una lunga lettera di una innamorata fanciulla napoletana diventa il luogo nel quale Boccaccio fa vivere la storia d'amore tra Fiammetta e Panfilo e ne narra le vicende secondo uno schema classico per l'epoca di composizione (1343), rivisto e reso moderno dalla scrittura dell'autore. Fiammetta infatti non è rappresentata come oggetto d'amore, cosa che accadeva di norma nella lirica stilnovistica...

Prose della volgar lingua

Prose della volgar lingua di Pietro Bembo

Immaginando un ipotetico dialogo a Venezia nel 1502 fra alcuni degli uomini più illustri del panorama culturale cinquecentesco – vi figura anche l’autore stesso –, Bembo fa il suo ingresso nel dibattito sulla lingua italiana ponendo le basi per quelli che saranno i successivi canoni letterari degli scrittori italiani, almeno fino a inizio Ottocento: Petrarca per la poesia, Boccaccio per la ...

La Cassaria

La Cassaria di Ludovico Ariosto

Rappresentata a Ferrara il 5 marzo del 1508, la Cassaria è una commedia che ruota attorno alle vicende di due giovani, Erofilo e Cariodoro, innamorati di due schiave, Eulalia e Corisca, che tentano in tutti i modi di liberare. Composta dapprima in prosa, a vent’anni di distanza la commedia venne trasposta in versi dallo stesso Ariosto. L’ebook di Utet, arricchito dalle note di commento di ...

Le satire

Le satire di Ludovico Ariosto

Scritte tra il 1517 e il 1525, le Satire sono una novità nella storia del “genere” satirico in volgare. Guardando più a Orazio che a Lucilio, Ariosto racconta vari episodi della sua quotidianità attraverso il dialogo con amici e parenti. Che adduca motivazioni per scampare al viaggio in Ungheria al seguito di Ippolito d’Este, che descriva le ostilità della Garfagnana o chieda a Bembo consigli ...

L'amore prima del mondo: Papa Francesco scrive ai bambini

L'amore prima del mondo: Papa Francesco scrive ai bambini di Jorge Mario Bergoglio

“Che cosa ti fa felice nel tuo lavoro come Papa?” “Mi fa felice stare con la gente. Questo mi fa felice. Se non riesco a stare con la gente sto con Gesù e gli parlo della gente. Io non mi immagino solo.” Ryan, João, Natasha, Emil, Yfan, Alessio… I bambini di tutto il mondo, dalla Cina alla Russia, dall’Europa all’Equatore si rivolgono ogni giorno a Papa Francesco per chiedergli aiuto, consigli...

1 2 3 4 5 6